Ti sarà inviata una password tramite email.

C’è anche Lega Nazionale Pallacanestro tra le leghe sportive italiane che hanno dato la propria adesione al neonato Comitato 4.0, costituito a inizio settimana dalla serie A di basket, Federvolley, serie A maschile e femminile di volley e Lega Pro di calcio. La finalità di tale comitato è di sensibilizzare l’attenzione del governo sulla misura del credito d’imposta sulle sponsorizzazioni sportive. Una misura proposta dall’esecutivo ma, alla prova dei fatti, non inserita nel Decreto Rilancio. L’obiettivo è di riuscire a costruire un dialogo produttivo con le istituzioni in modo che il credito d’imposta venga introdotto nell’iter di conversione in legge del Decreto.

Un’azione comune di fondamentale importanza, considerando che tantissime realtà sportive del nostro Paese, cestistiche e non solo, ‘vivono’ letteralmente dei contributi erogati dal territorio. Con l’arma del credito d’imposta, di fatto, si dà ossigeno a queste realtà e di conseguenza allo svolgimento di attività sportiva, ciò ce forniste un fondamentale contributo sociale. In tal senso, “il Comitato valuterà una stima dell’impatto, in termini economici e sociali, sulle società sportive, quantificando i rischi che può comportare la mancata applicazione del credito d’imposta”.

Restando sempre sul tema della ‘politica’ sportiva, inoltre, nella mattinata di giovedì è tornato a riunirsi il Consiglio Federale FIP (questa volta in via informale). Pochi, per non dire inesistenti, i temi dibattuti che riguardano direttamente la serie A2. Nella seconda serie italiana, di fatto, non si registreranno ‘movimenti’ prima del 15 giugno, quando scadranno i termini per i riposizionamenti in categorie inferiori e si avrà un quadro più chiaro. Il prossimo Consiglio Federale, a ogni modo, è in programma per venerdì 5 giugno.