Ti sarà inviata una password tramite email.

Quando tutto pareva filare per il verso giusto ed i Baskérs Forlimpopoli avevano incanalato una pur combattuta e tutto sommato equilibrata gara 2 verso un epilogo positivo, succede quello che nessuno si aspetta. Sul 42-33 e massimo vantaggio interno del 24’, sancito dall’unico cesto di Semprini, l’attacco rossonero (con maglia away per l’occasione) s’incarta paurosamente e alla media di un punto al minuto consente il recupero della SG Fortitudo. Capace nella volata, coi guizzi di Tosini e Pederzoli, uniti all’esperienza di Dordei, di volare con pieno merito in semifinale.

Festival degli orrori all’inizio dell’ultimo periodo (0-7 il break), con la tripla in transizione del capitano puro ossigeno per l’asfittico attacco di casa. Nella solita bagarre finale non basta il lay up di Degli Esposti (55-60 al 39’), a -42” Benedetti tiene accesa la fiammella in appoggio da sotto. Poi sull’errore bolognese e ribaltamento di fronte, prima lo stesso regista poi Brighi falliscono le bombe del pareggio, Bracci va in lunetta a -3” siglando il primo ed imbucando – involontariamente, anche su richiesta della panchina – il secondo. Arriva il fallo immediato su Dordei: 1/2 e sul rimbalzo la preghiera di Brighi da 20 metri. Non ha esito positivo.

Per l’occasione Mondini recupera nei 12 capitan Balducci (caviglia, mentre Agnoletti può contare su un apporto decisamente più vigoroso del suo miglior cannoniere, limitato comunque dalle noie alla spalla destra. Il resto è storia scritta, coi Baskérs che controllano una gara ben giocata, tant’è che solo al 34’ la Fortitudo mette per la prima volta il naso avanti nella sfida e porta incredibilmente a casa una gara 2 in cui realizza appena due tiri pesanti con Procaccio.

Grandissima delusione sul fronte forlimpopolese per questo epilogo. L’uscita secca dai playoff lascia un evidente amaro in bocca, ma non può assolutamente cancellare l’annata positiva in veste da debuttante nella categoria. Si sapeva che la serie sarebbe stata equilibrata e ci si poteva attendere un lecito finale in gara 3. Diverso il verdetto del campo, stimolo di crescita per un futuro in crescita che di certo arriderà ai galletti. Cala così il sipario su questa stagione artusiana; prime semifinaliste del campionato sono Fidenza (5ª) nella parte alta (Imola-Molinella sull’1 0) e appunto Fortitudo (3ª), che attende la vincente fra Reggio Emilia e Ferrara (0-1).

Baskérs Forlimpopoli – SG Fortitudo Bologna 59-61
(14-14, 34-30, 51-47)

FORLIMPOPOLI: Benedetti 7, Brighi 14, Rombaldoni 10, Garavini ne, Vandi 3, Gaspari ne, Bracci 13, Donati 7, Ravaioli ne, Gorini 3, Torelli ne, Semprini Cesari 2. All. Agnoletti.

BOLOGNA: Battilani 4, Balducci ne, Selvatici ne, Procaccio 8, Tapja 3, Tosini 13, Cinti 2, Pederzoli 5, Ranieri 2, David ne, Degli Esposti Castori 8, Dordei 16. All. Mondini.