Ti sarà inviata una password tramite email.

Il finale di stagione (regolare) che tutti gli appassionati di minors del forlivese e circondario bramavano. Uno scontro, in salsa sportiva, alla “mors tua vita mea” tra gli ambiziosi e un po’ sfortunati Baskérs e gli arrembanti e già salvi ragazzi dello Scirea. Ancor meglio sarebbe stato che sia Forlimpopoli sia Bertinoro avessero già in tasca l’accesso alla seconda fase in questa ultima tornata di C Silver, ma, onestamente, sarebbe stato chiedere troppo a un girone che ha segnato chiaramente la predominanza degli Angels di coach Ceccarelli, i più forti, continui e, giustamente, primi della classe. Con il favore del pronostico, dato dal fattore campo e dal tasso tecnico della rosa in pugno al tecnico Alessio Agnoletti, sabato sera alle ore 18:45 – la partita verrà trasmessa in live streaming sulle pagine Facebook e YouTube dei Baskérs – i gallet ad Frampula sfideranno per il secondo posto (ultimo buono per accedere alla poule) i bianconeri del Colle, con la forza non tanto del +2 in classifica, ma del +5 d’andata (al PalaColombarone, infatti, finì 64-69 per i rossoneri).

Inutile girarci intorno: è una partita fondamentale per entrambi – commenta Alessio Agnoletti, tecnico di Forlimpopoli –, perché chi vince accede ai play-off. La differenza canestri? Non ci penso, sarebbe un errore fatale scendere in campo col bilancino. E’ un match da vincere, punto. Ci arriviamo con la giusta carica emotiva e la speranza di recuperare qualche pezzetto del quintetto visto che, ormai è quasi un mese, facciamo a meno di tanti elementi chiave. A inizio anno ci eravamo posti l’obiettivo play-off e faremo di tutto per centrarlo ben consci che Bertinoro è una squadra di livello, che si è dimostrata capace di meritarsi ampiamente un posto tra i più alti del campionato”.

Sarà una battaglia vera, con parecchi osservati speciali dall’una e dall’altra parte (Brighi per lo Scirea, il matador di Granarolo, Franco Flan, lato Baskérs), che si giocherà tutta sul filo della pressione come conferma il coach dei bertinoresi, Emiliano Solfrizzi:  “Siamo reduci da una settimana non particolarmente brillante causa qualche assenza, tanto da non esserci ancora allenati a ranghi completi. Ma la determinazione, quella che abbiamo sempre avuto, la vedremo anche sabato. Giocheremo senza troppa pressione, sereni, perché il nostro obiettivo stagionale – salvarci – l’abbiamo centrato già due partite fa ma, ora che siamo davanti a questa occasione un po’ insperata a inizio campionato, siamo tutti molto carichi: giocarci la promozione vincendo di sei punti, è una chance che vogliamo meritarci fino all’ultimo. Credo in questo gruppo e in questi ragazzi, che hanno fatto molto bene fin qui; sarà un bel test per capire a che punto della nostra maturazione siamo e se, come all’andata, il nostro orgoglio saprà tener testa al loro valore tecnico”.

E’ una frase stucchevole, sentita mille volte, in ogni salsa, anche la più insipida. Ma quanto ci mancherà poter assistere dal vivo a questo derby?