Ti sarà inviata una password tramite email.

Ore scoppiettanti in casa Pallacanestro 2.015. Se sul fronte playmaker i ragionamenti sono in stato avanzato, il mirino per il reparto esterni è ora puntato su Daniele Cinciarini, con il quale, secondo più fonti, l’accordo sarebbe già stato trovato. Nella giornata di martedì, infatti, Ravenna ha annunciato la separazione dalla guardia classe ’83 (13,2 punti in 25,6′ nell’ultimo girone Rosso, 17,6 punti di media nelle sette partite dei playoff), evidenziando come il giocatore fosse diretto verso “un’altra importante piazza della nostra regione”. Piazza che non dovrebbe essere la Fortitudo Bologna – ancora in alto mare a livello di ‘quadra’ societaria e dirigenziale –, bensì proprio Forlì. Cinciarini ritroverebbe così Antimo Martino, col quale ha condiviso due campionati (con tanto di promozione in A) proprio alla Effe, andando a prendersi il ruolo di sesto uomo Unieuro.

Cominciano a muoversi i fili anche nel pitturato forlivese. Sì, perché il ballottaggio tra Bruttini e Benvenuti pare si stia muovendo a favore di quest’ultimo, con Davide destinato dunque a salutare la Romagna dopo tre stagioni. Il suo futuro potrebbe essere tra le fila dell’ambiziosa Treviglio (già firmati Marini e Giuri, tra gli altri), pronta a sottoporgli un accordo biennale. Restando sotto canestro, Superbasket fa il nome di Davide Pascolo per Forlì, ancora legato contrattualmente a Trento (ma molto difficilmente resterà in massima serie) e con l’Assigeco Piacenza interessata a un suo bis (9,6 punti e 6,2 rimbalzi lo scorso anno). Al momento, da quanto ci risulta, si tratta comunque soltanto di un sondaggio e nulla più. Infine, sul fronte uscite, da segnalare il matrimonio tra Riccardo Bolpin e Chiusi. Nessun salto in serie A, dunque, per il classe ’97, che torna comunque a tutti gli effetti in orbita Reyer Venezia con un futuro tutto da scrivere.

Foto Basket Ravenna Piero Manetti