Ti sarà inviata una password tramite email.

Un progetto che va ben oltre l’aspetto sportivo, e che rende orgogliosa la società. In questi giorni i ragazzi della Nazionale Under 20 ucraina sono a Forlì, ospiti della Pallacanestro 2.015, in un’iniziativa portata avanti in sinergia con il Comune di Forlì, e stanno preparando gli Europei di categoria che si giocheranno a Podgorica (Montenegro) dal 16 al 24 luglio.

La squadra è arrivata nello scorso weekend e, dopo giorni di allenamenti all’Unieuro Arena, ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione del progetto. Con grande piacere, abbiamo avuto la possibilità di avere in collegamento Alexander ‘Sasha’ Volkov, figura storica del basket ucraino (primo atleta ex sovietico a giocare in NBA, tra le altre cose) ed oggi referente per le squadre nazionali ucraine: «Voglio ringraziare tutti quanti per avere capito la situazione e per il supporto fondamentale che ci state dando. Personalmente, sto cercando di tenere insieme l’attività della federazione pallacanestro ucraina quindi, iniziative come questa sono una risorsa importante per noi. Grazie agli italiani, a voi presenti e ai cittadini di Forlì, perché ci state dimostrando vicinanza e ci state dando supporto nelle difficoltà che stiamo affrontando».

Il progetto è stato portato avanti dalla società e dalla Fondazione Pallacanestro Forlì 2.015. Durante la conferenza stampa, il presidente biancorosso Giancarlo Nicosanti si è rivolto ai ragazzi presenti: «Per noi è davvero un onore avervi qua, perché sappiamo il momento difficile che voi e le vostre famiglie state vivendo. Come società e soci della Fondazione, appena ci è stata proposta, abbiamo sposato questa iniziativa senza nemmeno pensarci. Per quello che possiamo, saremo al fianco di questi ragazzi e spero che un giorno, quando sarà tutto finito, possano ricordare i loro giorni a Forlì come un’esperienza felice della loro vita. Aggiungo che, iniziative come questa, ci rendono orgogliosi: siamo cresciuti tanto in questi anni anche per aspetti ‘extrasportivi’ e sono davvero emozionato nel vedere qui questi ragazzi e potere fare qualcosa per loro. Qualcosa che possa farli stare bene in un momento complicato».

Alla conferenza era presente anche Daniele Mezzacapo, vicesindaco e assessore con delega allo sport del Comune di Forlì, ringraziato pubblicamente da Nicosanti: «Ringrazio il Comune, perché è al nostro fianco. Credo che in progetti come questo, sia fondamentale la sinergia che si crea ed il coinvolgimento tra le istituzioni, le società sportive, e le singole persone». Parola quindi al vicesindaco: «Ringrazio la Pallacanestro 2.015 e la Federazione ucraina. Siamo orgogliosi di potervi ospitare e faremo il possibile per farvi stare bene e, per quanto possibile, farvi sentire a casa. Nel dramma della guerra, la città di Forlì ha mostrato un grande sentimento ed anche un grande senso pratico, con donazioni e iniziative, fino ad arrivare a questo progetto che sposa perfettamente lo spirito della nostra città. Oggi ci sentiamo una famiglia unita, che gioca la stessa partita di pallacanestro».

Il gm biancorosso, Renato Pasquali, ha trascorso anni importanti della sua carriera da allenatore proprio al fianco di Volkov in Ucraina: «Sono emozionato e voglio ringraziare ‘Sasha’ per quello che ha fatto per me, come allenatore e come uomo, nei cinque anni trascorsi a Kiev da allenatore. Questa iniziativa, per me, è un modo anche per ricambiare la vicinanza e l’affetto che ho percepito in quegli anni. Come società, cercheremo di fare il massimo per questi ragazzi supportarli e farli stare bene: ciò che è importante per loro, è importante per noi».

La conferenza stampa si è tenuta presso la sede di Vem Sistem, partner biancorosso. Ad intervenire, il presidente Davide Stefanelli: «Come azienda, siamo sostenitori della Pallacanestro 2.015 fin dalla sua costituzione ed è evidente come la società sia cresciuta tanto in questi anni. Anche oltre l’aspetto cestistico: un’iniziativa come questa ne è un’ulteriore dimostrazione. Ne approfitto per fare un grande in bocca al lupo a questi ragazzi per l’europeo che giocheranno ed anche per il loro futuro».

La società ringrazia le realtà che sono al fianco per questa iniziativa: il Park Hotel Castrocaro, noleggio pullman VBA, Keforma per il materiale fornito ed il Fantini Club di Cervia, che proprio mercoledì ha ospitato i ragazzi per una giornata sulle nostre spiagge. Forlì e i ragazzi dell’Under 20 ucraina: si stanno vivendo momenti che vanno ben oltre l’aspetto sportivo, che riempiono il cuore ed emozionano. Questi ragazzi sono con noi in questi giorni, e sono parte della grande famiglia biancorossa. In bocca al lupo, ragazzi. Per tutto.