Ti sarà inviata una password tramite email.

Nel giorno in cui la LND pubblica ufficialmente il calendario della stagione 2020/2021, col Forlì che esordirà fra le mura amiche contro i toscani del Seravezza (appuntamento per domenica 27 settembre, alle ore 15:00, stadio “Morgagni”), i Galletti affrontano, nell’ultimo test pre-campionato, la sempre ostica Sammaurese. 0-0 il finale sul sintetico dell’Antistadio “1”, nella sgambata d’allenamento congiunto, in vista dell’inizio della stagione ufficiale, al termine di una partita a tratti intensa e comunque mai noiosa, ricca di spunti, in qualche azione anche spettacolari. 

Avvio equilibrato, con la Sammaurese che nei primi 15’ si porta subito in avanti, ma è il Forlì che sfiora il vantaggio al 18’. Punizione dal limite, che Buonocunto pennella alla perfezione sotto al sette, ma Magnani (subentrato al dolorante Vitiello al 10’) vola a deviare sulla traversa, con la difesa che libera in corner. Sale il tono dei biancorossi, che al 21’ sfiorano ancora la marcatura con Ferrari, il quale sotto misura si vede deviare in corner una inzuccata, su cross dalla sinistra di Pozzebon. È il momento migliore dei Galletti, che due minuti dopo sono ancora pericolosi. Battaglia inventa per Croci, che solo davanti al portiere incespica e perde il tempo per la conclusione.

Risponde finalmente la Sammaurese, con Jassey che dalla destra pennella per la testa di Manuzzi: conclusione alta. Prima del termine del primo tempo c’è ancora lo spazio per una nuova emozione, con Pozzebon che si libera sul vertice sinistro dell’area di rigore e lascia partire un destro a giro, che si stampa sull’incrocio dei pali opposto a Magnani battuto. All’intervallo è 0-0, nonostante un primo tempo ricco di occasioni. 

In avvio di ripresa la grande chanche per il vantaggio capita invece agli ospiti. Vesi, nel tentativo di anticipare Jassey, tocca con la mano. La volontà sembra non esserci, ma col nuovo regolamento non conta: rigore. Bonandi, uno degli ex di giornata, va dal dischetto, ma De Gori lo ipnotizza e vola sulla sua destra, a respingere il tiro angolato ma non potente. Scampato il pericolo il ritmo cala, anche se il Forlì confeziona un’altra ghiotta occasione. Al 55’ è Battaglia a raccogliere un cross dalla sinistra e dal limite colpire di piatto. Tiro forte e sotto la traversa, col riflesso prodigioso di Magnani a negargli la gioia del gol, deviando in corner. Prima della fine sono ancora i biancorossi a spingere, soprattutto in contropiede, con Zabre ed Akammadu, supportati dalla vèrve di Gasperoni, senza però riuscire più ad essere veramente pericolosi. 

Sono gli ultimi sussulti di una sgambata proficua per entrambi gli allenatori, in vista dell’esordio in campionato, previsto fra otto giorni. Il Forlì, inoltre, chiude così il suo precampionato a rete inviolata, con la sesta amichevole consecutiva senza subire reti (12 gol fatti, con 4 vittorie e 2 pareggi), con l’ultimo gol subito che risale all’epoca pre-Covid, ad opera di Guccione, a Mantova, una vita fa… 0-1, era il 9 febbraio 2020.

Forlì – Sammaurese 0-0

FORLÌ (4-3-1-2) – De Gori (70’ Stella); Croci (46’ Zamagni), Biasiol, Vesi (62’ Bedei), Gkertsos (62’ Beduschi); Baldinini, Sedioli, Buonocunto (76’ Albonetti); Battaglia (69’ Zabre); Ferrari (46’ Akammadu), Pozzebon (55’ Gasperoni).
A disposizione: Piva, Marzocchi, Giacobbi.
All. G. Angelini

SAMMAURESE (4-2-3-1) – Vitiello (10’ Magnani); Gurini, Colonna, Mazzola (46’ Gregorio), Pandolfi; Chiwiza (60’ Sabba), Scarponi; Jassey, Manuzzi, Gualtieri (60’ Migani); Bonandi (71’ Lisi).
A disposizione: Giorratay, Greppi, Nisi, Muccioli, Rrasa, Deniku.
All. S. Protti

Arbitro: Sig. Notar Pietro Giovanni.
Ammoniti: Biasiol (F).
Corner: 7-1 per il Forlì | Recupero: 0’ e 0’