Ti sarà inviata una password tramite email.

Una giornata iniziata presto, con la presentazione in Municipio ospiti del vicesindaco Daniele Mezzacapo, e conclusasi nel tardo pomeriggio con l’esaltante vittoria nel derby in quel di Santa Sofia. Una giornata speciale per tutto il Calcio a Cinque Forlì, quella di sabato scorso, ma per il capitano biancorosso Luca Cangini Greggi l’è stata in modo particolare. Sia per il premio personale ricevuto per i vent’anni di carriera, tutti con la maglia del Forlì, sia per l’ennesima prestazione da campione espressa nel derby.

«È stata una giornata da ricordare che porterò nei miei più cari ricordi per sempre – racconta con piacere il capitano –. Prima la premiazione in Comune, che mi riempie d’orgoglio sia per quello che ho dato al Forlì ma soprattutto per quello che questa società ha fatto per me. Poi la doppietta nel derby, una partita difficile che grazie a tutta la squadra siamo riusciti a portare a casa aggiungendo altri tre punti alla nostra classifica ponendo un altro mattoncino verso la salvezza».

Una doppietta ed un assist che hanno permesso ai Galletti di ribaltare a proprio favore un derby che sembrava compromesso all’intervallo, quando i padroni di casa con un uno-due micidiale negli ultimi minuti erano andati al riposo sul doppio vantaggio. «Eravamo consapevoli della difficoltà di giocare su un campo molto piccolo come quello di Santa Sofia, infatti nel primo tempo abbiamo faticato molto e loro ci hanno castigato alle prime vere disattenzioni chiudendo meritatamente in vantaggio. Negli spogliatoi ci siamo guardati negli occhi, sono bastate poche ma chiare parole del mister: sapevamo che potevamo e dovevamo fare meglio e così è stato. Due goal ed un assist in un derby saranno un ricordo indelebile, e se ancora riesco ad esprimermi a certi livelli è grazie a questi ragazzi straordinari che stanno crescendo a vista d’occhio in modo esponenziale. Con questa unità d’intenti sono certo che riusciremo a mantenere la categoria».

Corsa alla salvezza che passa anche dalla sfida di sabato prossimo, quando al PalaMarabini arriverà il Futsal Sassuolo, ultimo in classifica con un solo punto. «Sabato ci aspetta una partita da non sottovalutare – conclude LCG7 –. Il Sassuolo ha una necessità di punti incredibile e sicuramente verrà a Forlì agguerrito. Da parte nostra, dobbiamo sfruttare e allo stesso tempo controllare l’euforia ed entrare in campo con umiltà e concentrazione, armi che ci hanno permesso in questi ultimi dodici mesi di raccogliere risultati importanti».

calcioacinqueforli.it