Ti sarà inviata una password tramite email.

Quando si dice ‘ginnastica ritmica’, a Forlì, si dice Gymnica 96. E si sta parlando della migliore squadra romagnola di sempre nella specialità, militante in serie A2 per il sesto anno di fila.

Ad esordire anche quest’anno, nella prima prova del campionato più bello del mondo, una formazione molto forte, compatta ed omogenea, scesa in pedana nello scorso weekend in quel di Sansepolcro (Arezzo), e che, passando per Bologna e Desio, chiuderà poi a marzo a Ferrara. Il campionato è partito alla grande, con un ottimo quinto posto, a qualche centesimo di punto dal podio e quindi dalla possibilità di essere promosse in A1, nella massima serie.

Confermarsi ai massimi livelli è sempre molto complicato, ma sabato 26 gennaio scorso le nostre gymnichine, allenate da Chiara Domeniconi & co., sono riuscite a mettere una prima tessera importante, andando ad accaparrarsi il 5º posto su 12 squadre in gara. Così come era accaduto all’esordio anche lo scorso anno.

Anche questa volta uniche rappresentanti regionali in A2, le ginnaste forlivesi hanno fornito una prestazione consistente e di grande impatto, che avrebbe potuto persino fruttare qualche punto in più, sicuramente utile a fine campionato. Purtroppo alcuni errori ne hanno però lievemente ridimensionato il punteggio finale.

Alla fine lo score ha segnato un buon 70,700, con due picchi di eccellenza. Il 16,450 della nostra atleta straniera in forza alla Gymnica, Aleksandra Podgorsek alla palla, new entry del gruppo, e il 14,850 di Giulia Capacci, davvero esaltante al nastro, a dimostrazione del suo talento indiscusso sulle note di “Hola” di Marco Mengoni. Buoni esercizi per Lucia Bellavista e Matilde Fantini rispettivamente al cerchio e clavette, molto migliorate rispetto le passate prestazioni, segnano il loro season best rispettivamente con 14,100 e 13,950. Passo falso, invece, per Aleksandra Righi alla fune (11,300) che incappa nella classica giornata no, scendendo abbondantemente sotto gli standard ai quali poteva tranquillamente ambire.

Tra soli quindici giorni, a Bologna, la squadra del presidente Matteo Bartolini giocherà in ‘casa’ e, col sostegno di fans e pubblico, avrà sicuramente la possibilità di migliorarsi ancora. A completamento della rosa ci saranno poi a dar man forte il capitano Arianna Leoni e le veterane Viola Feralli e Mayra Pagnini. Gara che si preannuncia davvero interessante, dal momento che le squadre sono davvero tutte molto ravvicinate a livello di punteggi. Rendendo la lotta per la promozione (per qualcuno) e la salvezza (per altri) piuttosto interessante.

Ci vediamo a Bologna!

[Foto: Fabrizio Carabelli e Luca Agati]