Ti sarà inviata una password tramite email.

Troppo Baskérs per i giovani Scirea. Al termine di una partita bella e combattuta, giocata a viso aperto da entrambe le squadre fino alla sirena (suonata sul 64-69), la prima stracittadina tra Bertinoro e Forlimpopoli è finita nel cesto degli ambiziosi rossoneri di coach Agnoletti. Bravi a indirizzare il match fin dall’inizio ma, soprattutto, a giocare con freddezza gli ultimi scampoli di tempo quando, di puro agonismo e fame, i bianconeri – ancora privi del faro Brighi – si sono fatti sotto nel punteggio. A quel punto, la difesa forlimpopolese (e il mestiere di giocatori come Rombaldoni e Dell’Omo), mista ad una fatale imprecisione al tiro dei ragazzi Scirea (quattro i tentativi ciccati nell’ultimo minuto e mezzo), hanno impedito che, proprio sul più bello, il vantaggio Baskérs si erodesse oltre un rassicurante +6 (60-66, 38’30”).

Cronaca – E’ tutto un altro Scirea rispetto alla scialba prova contro Santarcangelo di mercoledì, quello che affronta una delle favorite per la promozione in Gold. Ancora senza Brighi – per i Baskérs erano già noti i forfait di Flan, Ricci e Gasperi – coach Solfrizzi tenta la trazione verde con Sampieri e Serra a dare giusta intensità (5-2, 3′). Forlimpopoli carbura piano – tante le difese alternate e tanta zona per tener fuori il sempre pericoloso Biandolino – ma quando lo fa, accelera vorticosamente mettendo un break di 9-0 (l’ex Piani e Piazza protagonisti). Angeletti e Farabegoli riescono a smuovere le acque ricucendo fino al 15-19 del 10’. La rincorsa bianconera continua nel II periodo sulle gambe di un’ottima intensità difensiva e la presenza di Biandolino e Farabegoli, fino al sorpasso 30-27 del 16’. Bertinoro ha però poca malizia e mestiere, non coglie l’onda e si fa prendere dalla foga, perde palloni e occasioni mentre Donati, Romba e Piazza rimettono il pallino in tasca (30-34, 17’). Il finale di tempo è forse eccessivo con Dell’Omo a insaccare dall’arco, a fil di sirena, il +9: 36-45. Non molla la presa lo Scirea neppure nella ripresa: dopo il +10 toccato dall’arco con Romba, una doppia tripla di Rossi e Biandolino tiene vive le speranze (46-50, 25’). Forlimpopoli sa gestire i ritmi e tiene i giovani locali sotto la linea di galleggiamento. Come nel finale di primo tempo, anche il terzo quarto vede una tripla, stavolta di Nucci, sigillare il periodo 52-59. L’ultimo giro di giostra regala un metro arbitrale più generoso: Bertinoro non è pronto e risponde con proteste che portano un tecnico a testa per i fratelli Solfrizzi. Che alla boa del 35’ portano i Baskérs a potersi ergere a +10, 54-64. Pur mancando i punti di Ravaioli, lo Scirea non demorde, alza ulteriormente i ritmi in difesa animato da Enrico Solfrizzi. Fioccano le perse ospiti, il recupero Bertinoro è lento ma inesorabile: da 57-64 (37’10”) a 60-66 (38’30”) grazie al cesto di Farabegoli. Palla in mano Scirea, ma Rossi poi Sampieri ciccano ogni occasione per limare il gap che Piani poi Rombaldoni mettono in cassaforte dalla libera.


Gaetano Scirea Bertinoro – Baskérs Forlimpopoli 64-69
(15-19, 36-45, 52-59)

SCIREA – Rossi 10, Angeletti 2, Farabegoli 16, Solfrizzi En. 1, Ravaioli, Serra 3, Biandolino 19, Sampieri 11, Monticelli 2, Bassi ne, Stoica ne, Bellini ne. All. Solfrizzi Em.

BASKERS – Nucci 9, Matteucci ne, Rombaldoni 16, Piani 8, Piazza 10, Gaspari ne, Bessan
ne, Donati 11, Dell’ Omo 15, Gorini, Torelli. All. Agnoletti