Ti sarà inviata una password tramite email.

Il Consiglio dei ministri ha approvato nel pomeriggio di mercoledì il decreto legge sulle riaperture, contenente sostanziali novità anche per il mondo dello sport. Oltre alla ripartenza degli sport di contatto a qualsiasi livello (dal 26 aprile), la riapertura delle piscine all’aperto (dal 15 maggio) e delle palestre (dal 1º giugno), il Governo ha anche introdotto la possibilità di riaccogliere gli spettatori all’interno degli impianti sportivi, sia all’aperto che al chiuso.

A partire dal 1º giugno, infatti, nelle zone gialle sarà possibile tornare ad assistere agli eventi sportivi “di interesse nazionale”, rispettando tutti i protocolli del caso. “La capienza consentita non può essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata e, comunque, il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 1.000 per impianti all’aperto e a 500 per impianti al chiuso. In ambito cestistico, dunque, la Pallacanestro 2.015 potrebbe tornare a riabbracciare i propri tifosi soltanto a playoff inoltrati, a dispetto delle voci circolate la scorsa settimana che volevano una riapertura fissata un mese prima, il 1º maggio.

Ma c’è un importante deroga che potrebbe far sorridere tutto il movimento (FIP compresa), perlomeno le principali categorie nazionali. Secondo la bozza del dl, sarebbe infatti possibile, “anche prima del 1° giugno, autorizzare lo svolgimento di eventi sportivi di particolare rilevanza” in presenza del pubblico, sempre in zona gialla e sempre nel rispetto delle linee guida vigenti. Fosse confermato tutto ciò – e nulla lascia presagire il contrario –, tutti i playoff di serie A2 (al via nel weekend di domenica 23 maggio), in quanto appunto evento sportivo ‘speciale’, potrebbero segnare il tanto atteso ritorno dei tifosi negli impianti.