Ti sarà inviata una password tramite email.

Il Forlí fa suo un incontro vibrante, emozionante ed equilibrato. 3 punti d’oro per la squadra di Graffiedi, che così può continuare la propria cavalcata nelle primissime posizioni della classifica.
Una vittoria sofferta, ma anche totalmente meritata quella dei galletti: un salvataggio sulla linea nel primo tempo e diverse parate di Marconi avevano sbarrato la strada ai biancorossi, che una volta passati in vantaggio con Eleonori, al primo goal fra i grandi, accusavano 30 secondi di black out e si vedevano raggiunti da Formato, in versione rapace da area piccola.
La formazione di Graffiedi però non si faceva intimidire e negli ultimi minuti trovava il goal della vittoria con Ronchi, che sugli sviluppi di una palla inattiva si era trattenuto in fase offensiva, il quale riceveva un cross dal fondo e girava sul palo lontano battendo Marconi.

Seconda gara consecutiva casalinga per il Forlì e partita dal coefficiente di difficoltà altissimo. Al “Morgagni” si presenta un Lentigione ancora secco di vittorie, ma comunque imbattuto.
La squadra di patron Amadei, sempre molto ben organizzata ed allestita, è una fra le formazioni più robuste della categoria e va sempre presa con le molle. Avvio di gara soft, con le due squadre che si studiano. Non ci sono grossi pericoli, almeno fino al 14º, quando sugli sviluppi di un corner è Amedeo Ballardini a cercare la via della rete, senza trovarla. Sul proseguimento dell’azione cross dalla sinistra ed uscita vuoto di Marconi, con Fornari che rimette nel mezzo, Tascini aggancia e di prima intenzione gira a porta vuota, ma è Cortesi che si sostituisce al portiere e rinvia. Il Lentigione risponde subito, ma ottiene solo un paio di mischie in area forlivese senza esito. Dall’altra parte è poi la volta di Eleonori ad impensierire Marconi, nell’occasione attento.
A metà tempo cerca la via della rete ancora Amedeo Ballardini, stavolta in rovesciata su corner, con palla alta. Nulla da fare così come il colpo di testa di Ronchi al 36º, ancora su corner, para Marconi.
Si arriva dunque ai minuti finali del primo tempo, col Lentigione che finalmente fa capolino nell’area forlivese: testa di Tarantino su punizione, ma Ravaioli para senza problemi.
Nel secondo dei 3 minuti di recupero è ancora Tascini ad impegnare la difesa ospite, ma il suo tiro da dentro l’area viene deviato ancora in corner (alla fine saranno 11 a 2 a favore del Forlì!).
Si va così all’intervallo sullo 0-0, punteggio stretto per i Galletti e bugiardo per quanto visto in campo.

Ad inizio ripresa non ci sono cambi, ma il Lentigione che sembra più volitivo, o perlomeno ne da l’impressione.
Al 49º è Cortesi che scippa palla a metà campo e si fa a 40 metri fino all’area forlivese, il suo tiro però termina altissimo.
Si arriva così al goal del vantaggio forlivese: Caprioni si rende protagonista di un’insistita azione sulla destra, converge e mette al centro, dove appostato sul secondo palo, solissimo, Eleonori aggancia al volo e di collo destro batte Marconi sul palo lontano.
Sembra che l’inerzia sia tutta per il Forlí: prima c’è un contropiede mal gestito, che vede Eleonori non agganciare al momento opportuno, poi c’è un tiro di Rrapaj parato dopo una bella azione corale.
Quando i Galletti sembrano totalmente padroni del gioco e del campo, con l’avversario solo a subire le sue trame, ecco improvvisamente 1 minuto di black out, che per poco non manda all’aria tutto il lavoro della formazione di mister Graffiedi.
Protagonista, stavolta in negativo, è ancora Eleonori, che ingenuamente appoggia all’indietro un pallone rischioso e mal calibrato innescando il contropiede avversario. Formato s’impossessa del pallone e seppur pressato da due avversari s’incunea in area forlivese: tiro radente sul primo palo, Ravaioli è attento e copre la porta, con la palla che si stampa sul legno alla sua sinistra e finisce in fallo laterale. L’azione sembra conclusa invece i biancorossi perdono malamente il pallone, con Farinelli a impossessarsene, andare sul fondo e mettere al centro dove Formato anticipa tutti e pareggia.
1-1 al 59’!
Gelo sul “Morgagni” e Lentigione che ribalta l’inerzia del match, guadagnando però solo una punizione su cui Ravaioli è attento.
Gli ospiti non costruiscono granché e così il Forlì ricomincia a macinare il suo gioco. Prima Ronchi di testa mette fuori da buona posizione, poi al 70º, una bella girata di Caproni è respinta da Marconi.
In contropiede gli emiliani hanno una grossa chances con Lattarulo, che da buona posizione manda però incredibilmente alto.
La partita si avvia all’epilogo, fra un cambio e l’altro, con Mr. Graffiedi a ridisegnare attacco e centrocampo: dentro Varriale e Manara, fuori Caprioni e Tascini, dentro Pari ed E. Ballardini, fuori Rrapaj e Scalini.
I biancorossi non sono mai domi e cercano costantemente l’affondo, trovando finalmente l’acuto giusto.
Dopo un calcio piazzato, palla recuperata sulla trequarti offensiva destra e discesa di Varriale, che supera un avversario e dal fondo mette al centro: Ronchi, ancora bene appostato a centro area, raccoglie e gira imparabilmente verso il legno opposto. Marconi non può nulla ed il “Morgagni” esulta, col Forlì che ritorna definitivamente e meritatamente in vantaggio. 86’ 2-1!

Nei restanti minuti, di cui 5’ di recupero, i biancorossi amministrano il punteggio ed il possesso palla, non concedendo più nulla agli avversari.
Una vittoria figlia del carattere, della volontà e della determinazione, di questo gruppo sempre più convincente. Applausi!

Il tabellino: Forlì (4-3-1-2): Ravaioli; Fornari, Ronchi, Sedioli, Fusco (83’ Marzocchi); A. Ballardini (Cap.), Scalini (65’ E. Ballardini), Rrapaj (65’ Pari); Eleonori; Tascini (70’ Varriale), Caprioni (80’ Manara).
A disposizione: De Gori, Farneti, Gasperoni, Morri.
All. M. Graffiedi.

Lentigione (4-4-2): Marconi; Iodice, Tarantino (Cap.), Moretti, Rossini; La Vigna (61’ Rossi), Lattarulo, Farinelli (83’ Ofoasi), Bonetti (77’ Bertolotti); Cortesi (62’ Sala), Formato.
A disposizione: Lugli, Egharevba, Roma, Michael, Muro.
All. E. R. Togni.

Arbitro: Sig. Francesco Zago (Sez. Arbitrale di Conegliano).
Assistenti:
Sig. Giovanni Boato (Sez. Arbitrale di Padova);
Sig. Mateo Sadikaj (Sez. Arbitrale di Mestre).

Ammoniti: Scalini, Sedioli e Manara (F); Lattarulo e Iodice (L).
Corner: Forlì 11; Lentigione 2.
Recupero: 3’ e 5’.