Ti sarà inviata una password tramite email.

Il Forlì era chiamato a reagire, dopo la sconfitta all’esordio stagionale nel derby del ‘Romeo Neri’ con il Rimini, e lo ha fatto alla grande, superando tra le mura amiche del ‘Morgagni’ il Seravezza per 2-1.

Rispetto a domenica, mister Angelini opera qualche cambio, confermando il 4-3-1-2. Nel reparto arretrato spazio a Bedei al posto di Croci, Sedioli scala al centro della difesa al posto dell’infortunato Biasol e a metà campo dentro Corigliano con Buonocunto trequartista alle spalle di Pozzebon e Ferrari. Gli ospiti si presentano con un 4-3-3 volto alla difesa, con l’obiettivo di difendersi stretti e ripartire in velocità.

Sin dai primi minuti, i galletti schiacciano gli ospiti nella propria metà campo, con Corigliano subito ispirato, ma impreciso nella prima conclusione dalla distanza al 5’. Il Forlì la fa da padrone e costruisce la prima palla gol con Pozzebon: ben imbeccato da Ballardini, sguscia via al centrale difensivo e il suo destro trova la pronta reazione di Orsini, che spedisce in corner. Al 24’ è ancora Corigliano a rendersi protagonista di una bella azione individuale conclusa con una bordata da fuori area, di poco alto sulla traversa. È solo il preludio al gol, che arriva meritatamente due minuti dopo. Buonocunto scappa via sulla destra, alza la testa e fa partire un preciso cross sul quale svetta di testa Ferrari spedendo la palla in fondo al sacco. 1-0 e primo sigillo stagionale per il panzer biancorosso. Il Forlì non si accontenta del vantaggio e appena sei minuti più tardi, al 32’, trova la rete del raddoppio, questa volta con Corigliano, abile a sfruttare una corta respinta della difesa e perfetto nello sparare un preciso rasoterra nell’angolino destro. Primo gol tra i ‘grandi’ per il centrocampista classe 2000. I toscani cercano timidamente di rientrare in partita, ma prima Vesi e poi De Gori sono attenti a sventare due potenziali pericolose occasioni. Sono gli ultimi due squilli di un primo tempo di marca biancorossa, perfetti a sfruttare le palle gol create e a non concedere nulla agli avversari.

Nella seconda frazione di gioco, il Seravezza opera due cambi con l’intento di dare maggiore fisicità e freschezza al proprio attacco. Al 51’ il neoentrato Podestà, ben assistito da Verratti, anch’esso subentrato ad inizio ripresa, spreca una buona occasione da dentro l’area centrando solamente l’esterno della rete. Tuttavia, è ancora il Forlì a fare la gara. I nuovi entrati Gasperoni e Polini danno rispettivamente qualità e ordine all’11 di Angelini. Il mister forlivese opta, a metà secondo tempo, per un 4-3-3 con Gasperoni alto a destra, Buonocunto a sinistra e centrale Akammadu al posto di Ferrari. Biancorossi che vanno vicino al tris al 69’ con lo stesso Akammadu, servito ottimamente da Buonocunto, ma spara addosso a Orsini; sulla respinta, piomba Gasperoni che spedisce in rete, ma viene fermato in offside del guardalinee. Torna a farsi vedere il Seravezza e alla prima vera palla gol della partita accorcia sul 2-1 al 77’. Andrei scappa sulla fascia destra, pennella un preciso traversone per Podestà che, lasciato incolpevolmente solo, batte De Gori con un colpo di testa da posizione ravvicinata. Partita riaperta, ma solo nei numeri, perché il Forlì fino al termine della gara gestisce bene il possesso e crea diverse occasioni per chiudere definitivamente i conti. Ben due volte, sempre con Gasperoni: prima all’84’, servito da uno splendido Ballardini. spara alle stelle, poi, a tempo scaduto, a tu per tu con il portiere ospite apre troppo il piattone e spedisce a lato.

Primo +3 e vittoria strameritata per i galletti. Gara per larghi tratti dominata dai biancorossi, nella quale hanno creato diverse palle gol e concesso veramente poco. L’11 di Angelini avrebbe potuto chiudere prima l’incontro, ma il tecnico forlivese è soddisfatto della prova messa in campo dai suoi, fatta di intensità e voglia di vincere. Vittoria che fa bene al morale e utile in vista del prossimo impegno di domenica prossima, sempre in casa contro il Corticella, neopromossa in serie D.

FORLÌ – SERAVEZZA 2-1
(p.t. 2-0)

Marcatori: 26’ Ferrari (F), 32’ Corigliano (F), 77’ Podestà (S)

FORLÌ (4-3-1-2) – De Gori, Bedei, Sedioli, Vesi, Gkertsos, Baldinini, Ballardini, Corigliano (54′ Gasperoni), Buonocunto (83′ Croci), Ferrari (73′ Akammadu), Pozzebon (68′ Polini).
A disposizione: Stella, Piva, Marzocchi, Carlucci, Giacobbi.
All. G. Angelini.

SERAVEZZA (4-3-3) – Orsini, Mousafi, Ferrante (85’ Buffa), Granaiola, Bortoletti, Bongiorni (46’ Podestà), Grassi, Maccabruni, Andrei, Bedini (73’ Saporiti), Nelli (47’ Verratti).
A disposizione: Venè, Nannipieri, Perotti, Luka, Toccafondi.
All. W. Vangioni.

Arbitro: Francesco Lipizer di Verona.
Assistenti: Lorenzo Chillemi e Alfio Selmi

Ammoniti: Baldinini, Gkertsos e Croci (F), Bortoletti, mister Vangioni e Grassi (S)
Corner: 3-2 per il Forlì
Recupero: 0’ e 5’