Ti sarà inviata una password tramite email.
Serie C1
Er Lux RF79 – Lyons Piacenza Cadetta 23 – 29
(p.t. 13-14, mete 3-4, punti in classifica 1-5)

Esordio interno con sconfitta per i biancorossi di coach Turroni, che cedono il passo alla cadetta dei Lyons Piacenza in un match molto combattuto ed equilibrato e deciso solo da qualche sbavatura di troppo della retroguardia forlivese.

I biancorossi scendono in campo con Toledo all’ala e Perugini Claudio pilone, mentre in panchina si accomodano Nanni e l’esordiente Leonardi. Il match è estremamente equilibrato ed i forlivesi riescono a passare in vantaggio al 14′ con una meta di Fela, abilmente smarcato da un cambio di fronte con assist finale di Magnani. Il piede di Marzocchi non è preciso ed il punteggio è 5-0. Al 20′ gli ospiti pareggiano il conto delle mete con una maul avanzante dopo rimessa laterale a 10 metri dalla linea di meta, e con la seguente trasformazione si va sul 5 a 7. Passano dieci minuti e l’Er Lux RF79 torna in vantaggio grazie ad una punizione centrata da Marzocchi, ma 60 secondi dopo una svista clamorosa delle guardie mercuriali consente al mediano di mischia ospite di trovare un gran varco e liberare la propria ala per la meta. Con la trasformazione riuscita, i piacentini si portano sul 14 a 8. Nell’ultima azione Toledo ricicla egregiamente per Parrinello, che schiaccia vicino ai pali ma il calcio di Marzocchi non entra, con la prima frazione si conclude sul 13 a 14.

Ad inizio ripresa Leonardi prende il posto di un acciaccato Pezzi, mentre Andrea Perugini rileva uno spento Marchi. Dopo soli tre minuti di gioco Forlì ha l’occasione di segnare, ma una trasmissione sbagliata a pochissimi metri dalla linea di meta consente ai tuttineri di recuperare il pallone e, dopo 95 metri di gioco al piede, di segnare la meta del parziale 13-19. Nanni prende il posto di Cerchier al 45′, mentre qualche minuto dopo è Mercati, classe 2001, ad entrare per Magnani. Al 55′ l’episodio che, probabilmente, decide la partita: Giardini ferma con un avanti volontario una pericolosa azione ospite a pochi metri dalla meta e l’arbitro lo spedisce nella panca dei puniti. Dalla punizione giocata dagli ospiti nasce la meta del bonus grazie ad una penetrazione potente in mezzo ai pali e, con la trasformazione, si vola sul 13 a 26. Marzocchi con un drop accorcia le distanze, ma pochi secondi prima di ristabilire la parità numerica è sempre Piacenza a segnare un calcio di punizione che porta il tabellone sul 16 a 29. Iovino e Gortari rilevano Fela e Giardini al 67′, mentre ad una manciata di minuti dalla fine il classe 2002 Alessio D’Agostino fa il suo esordio in prima squadra prendendo il posto di Ghetti. All’ultima azione è il giovane Mercati a finalizzare una penetrazione biancorossa che, con la trasformazione di Marzocchi, fissa il tabellone sul 23 a 29 e consente ai forlivesi di prendere il bonus difensivo.

«Abbiamo tenuto il campo bene per tutto l’incontro e abbiamo visto che i ragazzi si stanno muovendo bene – afferma coach Turroni. Purtroppo la nostra giovane età non ci consente di avere quell’esperienza tale da evitare certi errori e proprio da un nostro pallone perso a 5 metri dalla loro linea di meta nasce la marcatura ospite che, di fatto, ci ha tagliato le gambe. Non dimentichiamo che siamo scesi in campo con molti giovani del 2000, 2001 e 2002, per cui siamo soddisfatti di quello che hanno fatto i ragazi».

Negli altri incontri Reno e Noceto hanno vinto agevolmente a Faenza e Bologna, per cui, dopo sole due giornate, la classifica inizia ad essere già definita. Fra sette giorni a Forlì arriverà il Bologna 1928 ed i biancorossi proveranno a centrare la prima vittoria stagionale.

RF79 – Ancona, Giardini (67′ Gortari), Marzocchi, Zanzani, Toledo, Cerchier (47′ Nanni), Parrinello, Roncuzzi, Pezzi (40′ Perugini A.), Fela (67′ Iovino), Marchi (40′ Leonardi), Ghetti (78′ D’Agostino), Perugini C., Magnani (50′ Mercati), Silvani. All. Turroni

Marcatori: Marzocchi 8 (1 cp, 1 drop, 1 tr), Fela, Mercati e Parrinello 5 punti (1 meta)