Ti sarà inviata una password per E-mail

Le Naturelle Imola – Unieuro Forlì | Domenica 6 gennaio ore 18:00 | PalaCattani, Faenza

Al giro di boa della stagione, con tutta la concentrazione possibile sul derby e un occhio ai risultati altrui. L’Unieuro Forlì che si appresta a completare il girone d’andata sfidando nel “neutro” del PalaCattani di Faenza Le Naturelle Imola, per entrare nella poule di Coppa Italia dovrà, infatti, incamerare i due punti e sperare nello stop di almeno una tra le compagini con cui oggi condivide quota 20 punti. Evenienza non semplice ma neanche impossibile: che Montegranaro perda a Cagliari – anche se gli isolani, con l’innesto di Giga Janelidze, hanno vinto 2 delle ultime 3 prove – è improbabile, più pronosticabile uno scivolone veronese a Cento (complesso visto che gli emiliani faranno quasi certamente a meno di White…). Ma senza un successo su Imola nessun calcolo salverebbe Forlì dal 5° (ottimo) posto. Anche se Pierpaolo Marini non sarà al 100% (lo stato influenzale patito la scorsa settimana e che lo ha messo fuorigioco con Mantova si sta trascinando) e Davide Bonacini è alla prese con una distorsione alla caviglia destra, Imola resta alla portata dei forlivesi. Biancorossi che potranno contare anche sul preponderante sostegno del proprio pubblico: almeno 1.000 gli attesi, per la gioia delle casse della società del Presidente Domenicali. (nelle note tutte le info)


Parole dallo spogliatoio

Giorgio Valli: “Ci aspetta un’altra grande prova di maturità e non vediamo l’ora di affrontarla. Il successo con Mantova ha dato altra consapevolezza a questo gruppo, giocheremo in trasferta ma visto come sta andando la prevendita dei biglietti probabilmente sarà come giocare in casa. Metteremo tutto sul parquet, sperando prima di tutto di avere l’intero roster a disposizione”.

Pierpaolo Marini – “Tutti sogniamo di andare alla Final Eight, sarebbe una soddisfazione per noi e per la città, nella quale mi sto trovando benissimo. Per riuscirci però dobbiamo prima di tutto battere Imola, che giocherà col coltello in bocca. Vincerà chi avrà più energie sino al 40′”.

Emanuele Di Paolantonio (allenatore Imola) – “Domenica giocheremo per provare a muovere la classifica. Abbiamo bisogno di un risultato positivo dopo 3 sconfitte consecutive, perché le nostre dirette concorrenti per la salvezza non si sono fermate a guardare. Ci proveremo fino in fondo, nonostante si giochi lontano da Imola e contro una squadra che, come da pronostico, sta con merito occupando dall’inizio le prime posizioni della classifica”.

Alessandro Simioni (ala Imola) – “Veniamo da una sconfitta a Montegranaro dove abbiamo giocato molto bene il primo quarto ma il break successivo che abbiamo subito non ci ha permesso piu di recuperare e così ci siamo fatti scappare di mano il match. Domenica arriva Forli e noi avremo una carica emotiva importante perche vogliamo riscattarci da questo brutto momento. Momento forse un po’ influenzato anche dai leggeri infortuni che hanno contraddistinto il periodo che stiamo passando. Forlì è sicuramente una squadra molto forte e verrà in casa nostra alla ricerca dei due punti, due punti che però vogliamo anche noi e sappiamo che non c’è occasione migliore che vincere davanti al nostro pubblico”.


Momento Imola

Tre sconfitte (Jesi, Cento, Montegranaro), un branco di ben 7 squadre a inseguire ad appena due punti di svantaggio – 2 punti che oggi voglion dire playoff piuttosto che playout – hanno scalfito il titolo di “sorpresa del girone” guadagnato dai ragazzi di coach Di Paolantonio nel primo quadrimestre di stagione. Imola sta facendo i salatissimi conti con la perdurante (e non colmata) assenza del leader Patricio Prato (operato a novembre per lesione al crociato anteriore, difficilmente rimetterà presto piede in campo), le stentate prove dell’ex FulgorLibertas Nicholas Crow (anche lui alle prese con una contusione a un piede) e le attese deluse della guardia Timothy Bowers. All’Andrea Costa serve come l’aria recuperare fiducia in attesa di poter operare qualch innesto nel roster.


Punti di forza

Di Paolantonio ha forgiato una squadra combattiva che fa della grandissima esperienza (e durezza) dei suoi giocatori l’arma più pericolosa: Robert Fultz (play di lungo corso già fedelissimo alla causa Fortitudo) e il lungo dalle mille battaglie Emanuele Rossi formano il cuore d’indomiti guastatori; (sulla carta) ben assortita la coppia USA, tutta di provenienza A2 sponda Ovest, con il 4/5 di peso e talento B.J. Raymond (alla sua 4a stagione in A2 sta viaggiando a quasi 20 pt con il 54% da 2 e .6.5 rimbalzi) e il terminale Timothy Jermain Bowers (13.4 pt + 4.2 rmb). Imola ama difendere duramente e correre palla in mano (81.6 i punti relizzati ne fanno il 6° attacco dell’Est), contando su un giocatore eclettico come il 20enne Alessandro Simioni: emerso lo scorso anno sotto le “cure” di Cavina, l’ala quest’anno è letteralmente esploso mettendo a referto oltre 10 punti di media con 3.9 rimbalzi.


Punti di debolezza

Il roster Andrea Costa, già non infinito, senza Prato è ridotto ad appena 7 giocatori in grado di avere peso in attacco. Il reparto dei piccoli è quello che può soffrire maggiormente difficoltà nei falli o una serata storta dei player del quintetto (Fultz e Bowers). Il non eccelso periodo di Crow (in forte dubbio il suo utilizzo) è altro ostacolo che Di Paolantonio può superare solo spremendo gli effettivi, con risultati non sempre duraturi sui 40′.


La possibile chiave del match

Con Marini in dubbio e Bonna non al meglio è nel pitturato che Forlì dovrà far pesare il maggior tasso tecnico e le rotazioni più profonde. E se – come contro Mantova – Tommaso Oxilia sarà in serata, non avendo un vero alter ego in maglia Le Naturelle, affidargli la palla fronte a canestro potrebbe sortire più di un problema per gli imolesi.


Il Quintetto Le Naturelle…

Robert Fultz (playmaker) – Timothy Jermain Bowers (guardia) – Mattia Magrini (ala piccola) – Alessandro Simioni (ala forte) – B.J. Raymond (pivot)

… e la Panca

Rotazioni corte, si diceva. Se Crow partirà dal pino e non è detto potrà giocarsela, primo cambio dei piccoli è il 20enne ex Fortitudo Marco Montanari. Esperienza da vendere per il pivot Rossi.

Il coach

E’ lui il vero colpo estivo di Domenicali: dopo anni di gavetta in A1 e A2, la prima esperienza da head coach a Roseto ha consegnato al basket italiano un tecnico di valore e concretezza. Coach con poteri (e sapienza) da diesse, Emanuele Di Paolantonio, ha mostrato subito di poter gestire un gruppo assemblato per salvarsi.


Le altre sfide del 15° turno

  • G.S.A. Udine – De’ Longhi Treviso (Domenica 6 gennaio, ore 18.00)
  • Roseto Sharks – Lavoropiù Fortitudo Bologna
  • OraSì Ravenna – Bondi Ferrara
  • Assigeco Piacenza – Bakery Piacenza
  • Hertz Cagliari – XL Extralight Montegranaro
  • Baltur Cento – Tezenis Verona
  • Pompea Mantova – Termoforgia Jesi
  • Le Naturelle Imola Basket-Unieuro Forlì

Classifica

Lavoropiù Fortitudo Bologna 26, De’ Longhi Treviso 22, XL Extralight Montegranaro 20, Tezenis Verona 20, Unieuro Forlì 20, G.S.A. Udine 16, OraSì Ravenna 12, Le Naturelle Imola Basket 12, Pompea Mantova 10, Bondi Ferrara 10, Termoforgia Jesi 10, Roseto Sharks 10, Bakery Piacenza 10, Baltur Cento 10, Assigeco Piacenza 10, Hertz Cagliari 6.


Parcheggi e biglietteria

Si riporta ordinanza del Sindaco di Faenza e nota dell’Andrea Costa Imola:

Il Sindaco ordina in occasione della partita di basket tra la squadra Andrea Costa Imola e Pallacanestro Forlì del giorno 06/01/2019, a partire dalle ore 14.00 fino alle ore 21.00, e comunque fino al termine della manifestazione, all’interno del Palasport “PalaCattani”, nella via Graziola, e nei parcheggi ed adiacenti la struttura è vietata la somministrazione, la vendita e l’introduzione di bevande alcoliche, e di tutte le bevande in contenitori di vetro e in lattina ai fini del consumo sul posto”. Andrea Costa Imola Basket, inoltre, comunica che saranno adibiti due ampi parcheggi separati, uno per i tifosi di Imola e uno per i tifosi di Forlì, contraddistinti da cartelli di segnalazione; vi saranno due biglietterie e ingressi separati, sempre nella differenziazione del pubblico imolese e quello forlivese. Le biglietterie apriranno alle ore 16.30, mentre i cancelli apriranno alle 17.00, e la partita inizierà alle ore 18.00. Il servizio d’ordine effettuerà filtraggio di sicurezza all’ingresso, pertanto tali procedure rallenteranno le operazioni di accesso: il consiglio è di giungere al PalaCattani con largo anticipo, in modo da agevolare il flusso di ingresso. Una volta effettuato l’ingresso, è necessario conservare il biglietto, al fine di poter eventualmente uscire dal palasport durante la partita per poi eventualmente rientrare, ma solo dall’ingresso principale, effettuando nuovamente il filtraggio di sicurezza. E’ essenziale conservare il biglietto, inoltre, per segnalare al personale di servizio il settore di appartenenza (gradinata o parterre).