Ti sarà inviata una password tramite email.

Il 19 ottobre scorso la Claus iniziò il campionato con una brutta sconfitta a Budrio, dimostrando confusione, poco carattere e, soprattutto, una squadra slegata. Nel corso dell’ultimo fine settimana, in occasione della prima gara del girone di ritorno, Budrio ricambia la visita e nella mente di chi era presente in quella triste serata di ottobre, qualche patema e timore ancora serpeggia fra i tifosi forlivesi. Oggi, un girone dopo, le ragazze della Libertas si sono mostrate tutt’altro gruppo: solido, energico e in grado di sopravanzare le bolognesi vinceno per 3 set a 0.

Coach Polo, ad ogni modo, ha qualche problema di formazione dovuto all’infortunio della centrale Emiliani, per la non perfetta condizione fisica di Lombardi e per l’assenza di Nanni per motivi di studio. Manca quindi un centrale di esperienza e i due opposti. Tecnico che può comunque contare su una panchina lunga e affidabile ed inserisce così al centro Giunchi (U16), Toresi e in opposto la giovane U16 Ikenna, Campana e Gallo (U16) come laterali, Toni in regia e Gregori libero.

La giovanissima formazione forlivese non tradisce l’allenatore e fin dall’inizio, impone i propri ritmi senza distrazioni e con pochi errori. Concentrate fin dall’inizio, le mercuriali, esprimendo un gioco vario e spettacolare, conducono da subito l’incontro prendendo quella distanza che le rende ancor più sicure dei propri mezzi. Budrio cerca di resistere, ma le padrone di casa non fanno regali e men che meno concessioni: ricezione brillante (Gregori si esalta, oltre che in ricezione, anche in difesa, sciorinando interventi a dir poco spettacolari). Budrio tenta di resistere e ciò permette di vedere giocate veramente belle con scambi lunghi e ‘duri’.

Man mano che il tempo passa, però, la Claus straborda in tutti i fondamentali. Mette in difficoltà le bolognesi con le battute di Toni e Ikenna, Giunchi e in particolare Toresi toccano a muro una miriade di palle permettendo una difesa più efficace. Che dire poi di Gallo e Campana (oltre il 50% in media in attacco), che martellano le avversarie come indiavolate. Un grande lavoro di squadra ben interpretato in allenamento da tutte le ragazze, dimostrando quanto il lavoro settimanale ripaghi nello svolgimento poi del massimo sforzo del sabato.

Con Toni e Gregori che si ‘elevano’ sulle compagne guadagnandosi la palma di migliori in campo per alcune magie che hanno portato il pubblico in visibilio, contro Budrio si è sicuramente registrata la prestazione più bella dell’anno sportivo da parte della Claus. Una prestazione che deve infondere maggior fiducia nei propri mezzi e il coraggio di osare sempre di più per il prosieguo del campionato, anche in vista della prossima gara in programma a Ravenna contro l’Acsi, nella serata di giovedì (ore 21.00) alla palestra Montanari in via Doberdò.

Claus Libertas Volley Forlì – Pallavolo Budrio 3 – 0
(25-20; 25-17; 25-16)

LIBERTAS – Gregori (lib.), Ikenna 8, Giunchi 6, Campana 19, Toni 7, Toresi 3, Gallo 13; NE: Lombardi, Emiliani, Macchi, Cassinadri, Garavini, Chiericati. All. Polo.

Ace: Claus 10 – Budrio 5
B.s.: Claus 10 – Budrio 9
Muri: Claus 3 – Budrio 4
Attacchi punto: Claus 43 – Budrio 26
Errori: Claus 8 – Budrio 10
Claus Libertas: ricezione 73% – Attacco 48%