Ti sarà inviata una password tramite email.

La Federazione Italiana Scherma ha sospeso ogni tipo di attività agonistica fino al 31 agosto prossimo. È questa la delibera assunta dal Consiglio federale riunitosi in videoconferenza. Una delibera pesante, che di fatto pone già fine al 2019/20 della scherma dando ‘virtualmente’ appuntamento alla prossima stagione. Dopo il 31 agosto, infatti, “si potrà tornare in pedana solo per le attività addestrative, quando ciò sarà permesso dalle norme che saranno emanate dal Governo”.

«È una scelta che oramai si era resa inevitabile – ha spiegato il Presidente federale, Giorgio Scarso – e che abbiamo adottato anche per permettere agli atleti, ai tecnici, alle società ed a tutte le varie figure che compongono il mondo della scherma italiana, una migliore programmazione dei tempi». Ufficialmente sospesa almeno fino al termine dell’estate, dunque, l’attività del Circolo Schermistico Forlivese, succursale di Cesena compresa.

Ciononostante, valutando l’evoluzione della pandemia, il Consiglio federale ha rinviato alla seduta programmata per la fine del mese di aprile la decisione in merito all’eventuale rinvio nel periodo autunnale dei principali appuntamenti agonistici. Come ad esempio, tra gli altri, il 57° Gran Premio Giovanissimi “Renzo Nostini” di Riccione, i Campionati Italiani Cadetti e Giovani 2020, i Campionati Italiani Master 2020 ed i Campionati Italiani Assoluti, Paralimpici e Non vedenti. L’unica finestra ancora aperta per la salvare l’attuale stagione: in alternativa si procederebbe all’azzeramento della stagione 2019/20 con la ripartenza della nuova stagione 2020/21 sin dal prossimo 1° settembre.