Ti sarà inviata una password tramite email.

«Essere qui, per me, è sempre qualcosa di molto particolare, e quando è possibile cerco di non mancare. Non è solo la questione di essere legati alla propria città, ma anche alla storia del basket forlivese, a questo palazzo e tutto quello che è la pallacanestro per il territorio»Le parole sono quelle di Maurizio Gherardini, oggi gm del Fenerbahce, e figura di riferimento del movimento cestistico internazionale. La Pallacanestro 2.015 ha avuto il piacere di avere Maurizio presente al ‘Giorno 1’ della nuova stagione biancorossa, spendendo belle parole per tutto il club forlivese e ciò che lo circonda.

«Mi piace vivere questo ambiente. In più, è l’occasione per rivedere tanti volti conosciuti che, in questi tempi così complicati, non vedevo da tempo. In questi anni ho cercato di essere presente il giorno del raduno, e ci tengo a continuare questa sorta di tradizioneLa sensazione, rispetto alla squadra dello scorso anno, è che oggi il roster sia più completo, equilibrato e profondo: tocchiamo ferro ma le buone premesse ci sono, anche se non si può mai prescindere dalla questione ‘imprevedibilità’. In generale, sulla carta, penso sia stato fatto un buon lavoro e che ci siano tutte le potenzialità per fare un buon campionato».

La squadra potrà finalmente riabbracciare il pubblico anche all’Unieuro Arena: «Il pubblico è fondamentale, perché riesce a trasmettere supporto, emozioni e sensazioni che, come ho detto prima, questo palazzetto ha vissuto nel profondo. Nei momenti epici i tifosi di Forlì sono sempre stati incredibili e, posso immaginare il palazzo pieno, o quasi pieno, il tipo di supporto che darebbe alla squadra, che è davvero molto importante»