Ti sarà inviata una password tramite email.
MKF BOLLATE – PODERI DAL NESPOLI SOFTBALL FORLÌ
SABATO 20 SETTEMBRE | GARA 1 ORE 17:00 – GARA 2 ORE 19:30

Nel massimo campionato di softball inizia la corsa Scudetto anche per la Poderi dal Nespoli. Grazie al primo posto nel proprio girone di regular season, le forlivesi hanno saltato il turno preliminare ed entrano in gioco direttamente in semifinale. Il tabellone le fa incontrare con il MKF Bollate, secondo classificato del girone A, che si è qualificato eliminando la Sestese.

Forlì e Bollate sono due fra le società di più lontana fondazione nel softball italiano, entrambe hanno alle spalle cinquant’anni di attività agonistica, e ogni scontro diretto è quasi automaticamente un ‘classico’ della palla soffice nazionale. Per limitarci all’ultimo quarto di secolo, le due contendenti si sono affrontate nei playoff ben 11 volte, e per quattro volte la sfida valeva per lo Scudetto. Bollate si è aggiudicato il titolo nel 1996 e nel 2003, Forlì si è presa la rivincita nel 2008 e nel 2017. Ma il trend negli ultimi due anni è tornato verso le milanesi, con la Poderi dal Nespoli sconfitta due volte in semifinale.

La serie di semifinale si gioca al meglio delle cinque gare. Si comincia sabato con i primi due match sul diamante di Ospiate, mentre il sabato successivo si torna in Romagna per gara 3 e le eventuali restanti. Come miglior classificata nella stagione regolare, Forlì avrà il diritto di disputare la “bella” sul proprio campo.

Nei quarti di finale (due larghe vittorie contro Sesto Fiorentino) Bollate ha potuto schierare Greta Cecchetti, lanciatrice della Nazionale a lungo fuori per infortunio, e fatto debuttare la lanciatrice americana Juarez Jamee: quella che Forlì dovrà affrontare sarà dunque una rotazione di lanciatori tutta nuova rispetto ai mesi precedenti, soprattutto più solida. Non è cambiato invece l’attacco, che ha chiuso la prima fase con un eccellente .360 di media battuta e che può contare sulle mazze delle altre due Cecchetti, Lara ed Elisa, di Gasparotto e dell’italo-americana Amanda Fama, tutte giocatrici che vestono stabilmente la maglia della Nazionale.

C’è una buona notizia anche sul versante romagnolo. Dovrebbe infatti rientrare l’americana Gibson, e può solo far bene ad un attacco che avrà bisogno di tutto il suo talento per venire a capo dei forti lanciatori del Bollate. Le chances non mancano: pur orfana di Piancastelli (che attualmente gioca negli Usa con le Pro), la Poderi dal Nespoli è pur sempre un attacco capace di battere .405 nel proprio girone. Beatrice Ricchi è la leader indiscussa con le sue cifre di .646, 5 fuoricampo e 23 punti battuti, che le hanno permesso di conquistare il riconoscimento della Tripla Corona fra i battitori. Al suo fianco, menzione dovuta per la 16enne Virginia Mambelli, esordiente in prima serie, rivelazione stagionale con la .520 di media e 14 punti, ma un po’ tutto il line up ha messo a segno numeri importanti. La pedana ha il suo riferimento in Ilaria Cacciamani, anche lei vincitrice della Tripla Corona, ma nei lanciatori, mentre la coppia Banchelli-Onofri si dividerà il resto degli inning.

Via ai giochi, dunque, sabato sul campo bollatese; gara 1 inizia alle 17, a seguire gara 2. Non è prevista la presenza di pubblico: a differenza dell’Emilia-Romagna, infatti, non è stata emanata nessuna delibera regionale per consentire l’ingresso degli spettatori. Le gare saranno trasmesse in diretta nel canale FIBSTV della Federazione Italiana Baseball Softball.

Nell’altra semifinale si gioca un derby della Lombardia. Saronno, capolista del girone A, sulla carta appare favorito rispetto a Caronno.