A password will be e-mailed to you.

Si è ufficialmente chiusa la stagione agonistica del Rugby Forlì 1979, con la festa di fine stagione andata in scena sabato scorso e l’ultima partita della fase interregionale giocata dall’Under 16.

UNDER 16
ARLAM RF79 – Cus Perugia Rugby 38 – 26

Si conclude con una vittoria netta, sia nel gioco che nel punteggio, la fantastica stagione degli Under 16 targati Arlam. Sul terreno amico dell’Inferno Monti i giovani guidati da coach Paolo Temeroli hanno affrontato i coetanei del Cus Perugia, non lasciando mai agli ospiti l’opportunità di restare in partita.

Pronti via ed i biancorossi bucano subito in prima fase con Mazzoli che finalizza una splendida azione alla mano forlivese. Il piede di Ghetti non arrotonda e dopo pochi secondi di gioco si è sul 5 a 0. Forlì domina e staziona costantemente nei 22 ospiti, senza però mai finalizzare e, come succede in queste circostanze, alla prima palla aperta dalla propria area di meta gli ospiti marcano il 5 a 7. Passano pochi istanti e Bellagamba, smarcato all’ala, riporta i biancorossi in vantaggio che, complici i due punti aggiuntivi di Ghetti, arrivano sul 12 a 7. Il Forlì continua a menar le danze e grazie ad una splendida pressione difensiva è il dinoccolato Mandolesi a portare l’ovale in meta che stabilisce il momentaneo 17 a 7 che diventa 19 sempre grazie alla precisione di Ghetti. I biancorossi, in grande spolvero, mantengono alto il ritmo e Tahiri di potenza segna la quarta meta di giornata fissando lo score sul 24 a 7 col quale si chiude la prima frazione.

Alla ripresa del gioco i forlivesi vogliono far capire agli ospiti che l’aria non è cambiata e Bellagamba segna la sua seconda meta di giornata che, col calcio di Ghetti, porta il RF79 U16 sul 31 a 7. Coach Temeroli inizia ad inserire forze fresche e Santolini e Guidi subentrano a Ferrini ed El Haziri. Gli ospiti accorciano le distanze e, complice anche la superiorità numerica per il giallo a Zuccherelli, marcano due mete che portano il tabellone sul 31 a 19. Esposito e Gherardi subentrano a Bandini e Gaspari per dare ancora più freschezza all’attacco biancorosso e da una splendida rimessa laterale è Guidi che segna la sua prima meta in carriera portando lo score a 36 che diventa 38 col piede di Ghetti. La panchina biancorossa metta in campo l’ultima forza fresca e Saliu rileva Prati. La partita scorre via con gli ospiti che cercano di ridurre lo svantaggio, cosa che riesce all’ultima azione ed il match finisce 38 a 26.

Con questo risultato la formazione biancorossa si classifica al secondo posto nel girone interregionale e conclude la propria stagione con un risultato sportivo entusiasmante come sottolinea il coach forlivese. “E’ stata una fantastica stagione che, grazie allo splendido lavoro di preparazione atletica della nostra preparatrice Pasini, abbiamo giocato a ritmi elevati sino all’ultima partita. I ragazzi sono cresciuti prima di tutto come uomini e poi anche come giocatori. Direi che più di così non potevamo fare”.

PREMI DI FINE STAGIONE

Durante la festa di fine stagione il club RF79 ha, come di consueto, premiato gli atleti che durante l’anno si sono distinti per impegno e risultati sportivi. Il premio più ambito, quello di “Giocatore del Club 2018/19”, è andato a Leonardo Ghetti, che è stato premiato dal Direttore Tecnico del club Paolo Temeroli e dall’Assessore allo Sport del Comune di Forlì Sara Samorì.

Altri riconoscimenti importanti sono stati assegnati a Nicola Marzocchi e Martina Bellavista, ovvero i “metaman” e “metawoman” delle due squadre seniores maschile e femminile targate ER LUX. Sempre per le due seniores, Annalisa Baruzzi, Riccardo Roncuzzi, Nicholas Silvani, Nicolò Zoffoli, Angelo Parrinello ed Alessandro D’Agostino hanno conseguito l’Omino di Ferro, ovvero il premio per aver giocato tutte le partite del campionato. La famiglia D’Agostino, fra l’altro, ha fatto incetta di “Omini di Ferro” in quanto anche Alessio (Under 18) e Marco (Under 14) hanno ricevuto lo stesso riconoscimento del padre.

In Under 16 ed Under 14 Gentili e Tahiri sono stati premiati come “Most Improved Player”, ovvero chi, nel complesso, si è migliorato maggiormente all’interno della propria squadra. Pioggia di premi anche per i minirugbysti dell’Under 12/10/8 e 6 con “Omini di Ferro” ed “Indistruttibili” consegnati ai piccoli biancorossi dagli educatori Rosina, Billi, Valmori, Mercuriali e Turroni. In Under 18, infine, Fela Junior è stato premiato come “metaman”.