Ti sarà inviata una password tramite email.

Il Gaetano Scirea non delude e riesce a mettersi in tasca anche la sfida contro il Basket San Lazzaro, spalancando così il cuore alle più radiose speranze di fine stagione. Già, perché Bertinoro così si regala il più bel finale di stagione possibile: giocarsi un’incredibile chance di approdare ai play-off come seconda forza del girone B (insieme alla blindatissima e fortissima Santarcangelo), nell’ultima partita di regular di sabato prossimo, il derby dei derby contro i Baskérs Forlimpopoli. E saranno fuoco e fiamme, uno spettacolo assicurato, visto che il 65-69 d’andata non consentirà ai ragazzi di Agnoletti di giocare col fioretto. Ma riavvolgiamo il nastro e torniamo al match con il BSL…

Scirea trascinata da uno spumeggiante Rossi (8 punti) e un ottimo Guardigli, parte a razzo (11-0, 4’). Il più classico dei miraggi d’un match tutto rose e fiori: la BSL carbura, dà una bella carica alla molla dell’attacco e con il duo perimetrale Fabbri-Tugnoli pesca le triple del -2, 18-16, al 10’. Nel II periodo coach Baiocchi affina ulteriormente il meccanismo inserendo uomini di nerbo come Stojkov e Biguzzi. Fabbri martella dall’arco, aprendo un doloroso break (18-28, 13’30”). San Lazzaro è perfetta nelle geometrie (20-31, 14’30”) a differenza dei bianconeri ancora senza gli usuali riferimenti offensivi Farabegoli e (soprattutto) Brighi, in difficoltà di fronte alle difese a zona bolognesi. Nel finale, finalmente, l’asso dei bertinoresi si anima pescando 7 punti di fila che tengono lo Scirea non troppo in apnea: 27-35, 20’.

La ripresa regala un netto contro-break bianconero: c’è più cattiveria difensiva, aspetto nel quale Solfrizzi è maestro; dall’asse Rossi-Fritz arriva l’impatto (35-35, 24’30”); con Brighi e il ritrovato Farabegoli (5), invece, l’accelerazione del +5, 42-35 (27’). La fiammata Scirea si ferma al mega parziale 15-0, con l’ottimo Fabbri a pungere: Nel finire di tempo, sul 42-38, la partita un po’ si spegne. Si riprende l’ultimo quarto con Bertinoro timidamente in vantaggio (45-42). La BSL dimostra subito di non voler mollare la morsa (Stojkov e Betti per il nuovo vantaggio ospite, 45-47) e anche quando Angeletti e Rossi coronano ottime difese con un  nuovo bell’allungo (53-47, 33’) ecco il recupero biancoverde, fino al -1, 55-54 (34’20”). Le difese la fanno da padrone, le perse fioccano ma lo Scirea lentamente emerge e s’impone, restando solida in difesa e colpendo con Brighi (cesto e supplementare, 58-54, 36’) e Rossi (62-54, 38’). Il colpo fatale lo piazza con un frontale da 6.75, Farabegoli: 65-54, 39’. Punteggio con cui si chiude il match. Pur perdendo, anche la BSL festeggia: il ko di Granarolo le regala la salvezza con un turno di anticipo.

Mentre i cellulari battono il successo di Forlimpopoli, la mente va già al derby. I Baskérs sono sopra di 2 punti in classifica ma vincere al PalaPicci con 5 punti di vantaggio vorrebbe dire sopravanzare i forlimpopolesi. Ipotesi clamorosa.

Gaetano Scirea Bertinoro – BSL San Lazzaro 65-54
(18-16, 27-35, 45-43)

BERTINORO – Solfrizzi En. 4, Rossi 17, Monticelli ne, Angeletti 6, Sampieri 5, Guardigli 5, Farabegoli 11, Serra, Brighi 14, Biandolino 3. All. Solfrizzi Em.

SAN LAZZARO – Omicini 2, Biguzzi 7, Lanzarini 2, Tugnoli 14, Lanzi, Verardi 2, Stojkov 3, Ramini 2, Fabbri 14, Betti 8, Negroni, Baldi. All. Baiocchi.