Ti sarà inviata una password tramite email.

Vigilia di un derby romagnolo che si preannuncia combattuto, nonostante la classifica attuale dica il contrario. Stiamo parlano del derby di ritorno fra Gaetano Scirea Bertinoro e Rinascita Basket Rimini, la partita con la ‘p’ maiuscola per la compagine forlivese. Un derby delle assenze, da una parte e dall’altra: se fra i padroni di casa, trafitti in settimana dall’influenza che ha costretto a letto ben sei elementi della rosa, marcheranno visita con certezza Frigoli (infortunio alla caviglia con interessamento tendineo, ne avrà per due mesi) e Dilas (problemi al ginocchio ma in ripresa), per gli adriatici non partiranno certamente per la trasferta i lungodegenti Dini e Luca Bedetti, mentre il play titolare Rivali, nelle ultime gare sempre in panca, potrebbe tornare disponibile per qualche spicciolo.

Dopo una settimana di allenamenti in otto nel migliore dei casi, coach Tumidei rivedrà diversi atleti solo per il riscaldamento, ma di certo questa non è e non sarà una sfida come tutte le altre. I padroni di casa l’affronteranno senza nulla da perdere, a viso aperto e col classico coltello fra i denti. Se il Gaetano Scirea è reduce da tre passi falsi consecutivi, di contro Pesaresi e compagni hanno inanellato quattro vittorie consecutive dopo il -2 interno con Fiorenzuola, unico disco rosso di una memorabile stagione. Si prevede il tutto esaurito al PalaColombarone, con almeno una settantina di biglietti destinati alla tifoseria ospite già dalla prevendita.

GLI AVVERSARI

L’organico a disposizione di coach Bernardi rappresenta il top per la categoria, tenendo conto che gran parte degli over a disposizione ha calcato per diversi anni palcoscenici di categoria superiore se non di Serie A. A cominciare dall’indiscusso leader e play Eugenio Rivali (idolo a Ravenna e Montegranaro) che con il suo carisma accresce decisamente il livello dei compagni. Con il collega di reparto Pesaresi costituisce certamente la miglior trazione anteriore del torneo.

Top scorer attuale del campionato è la temibilissima ala Francesco Bedetti (18,1 ad allacciata, 2° cannoniere del girone) atleta totale e faro dell’attacco biancorosso; completano lo starting five Bianchi e il pivot Broglia (10,8+5,4) e la rivelazione under Ramilli. Dalla panca infondono qualità interna il figlio d’arte Moffa e il totem capitano Saponi, vecchio cuore Angels.