Ti sarà inviata una password tramite email.

Se allarghiamo il campo del concetto “settore base” e abbracciamo l’idea che coltivare e lanciare talenti non possa esser solo un discorso di giocatori ma anche di tecnici, istruttori e dirigenti, in questo senso il Gaetano Scirea del presidente Alderigo Silimbani segue alla lettera il modello. In attesa di poter buttar in campo giovani del vivaio (non solo della casa madre PF2.015), al posto di Alessandro “Paxson” Tumidei, convolato a giuste nozze con gli ambiziosi Aviators Lugo, i bianconeri mettono al timone un freschissimo ex bertinorese, la bandiera Emiliano Solfrizzi. Al suo fianco, un altro solidissimo riferimento Scirea, Matteo Merenda. Il tutto a comporre un tandem tecnico nuovo e di assoluto interesse per quella che sarà la prima esperienza da “auto retrocessi” in C Silver. La presentazione ufficiale si è tenuta giovedì, presso il punto vendita del Caseificio Mambelli.

Con il sogno Lorenzo Brighi sempre in testa (su di lui anche gli occhi Lugo e Ferrara) e già abbastanza delineata la strada con la PF per il prestito di giovani under – un discorso a parte va fatto per complessa partita di Giacomo Zambianchi, ala reduce dall’ottimo esordio in Gold lo scorso anno, che potrebbe finire addirittura in B, a Faenza alla corte di Serra – Bertinoro ripartirebbe da 3 senior di sicura resa come Enrico Solfrizzi e Simone Ravaioli.