Ti sarà inviata una password tramite email.

La gara più attesa di questa terza giornata di ritorno non delude le aspettative. Le due contendenti si sfidano a viso aperto come due pugili al centro del quadrato scambiandosi colpi pesanti. Alla fine la spunta la squadra ospite che, trascinata dai suoi due americani e da Rodriguez e Giachetti ritrovati, conquista due punti fondamentali per la sua corsa alla testa del girone Rosso.

Rush 7,5 – Il grande ex torna sul campo di casa e sfoggia una prestazione di prim’ordine. In 34 minuti e mezzo l’ala di Coach Dell’Agnello realizza 20 punti, recupera 3 palloni e raccoglie 7 rimbalzi, punto di riferimento costante per i suoi per tutto l’arco della gara.

Giachetti 7 – Quando le partite hanno una rilevanza che va oltre i due punti in palio, il capitano difficilmente le sbaglia. Gioca 26 minuti e 37 secondi, realizza 12 punti, subisce 6 falli e dispensa basket sui 28 metri.

Campori 6 – 6 minuti e mezzo in campo. Non sporca il tabellino personale ma si applica come può nel tentare di limitare gli esterni avversari nella metà campo difensiva, in particolare Hasbrouck in avvio di secondo tempo. Nel primo rientro in partita di Forlì, durante la prima frazione, c’è anche il suo zampino.

Natali 6 – 16 minuti, 2/2 ai liberi, 1 rimbalzo e tanta voglia di tornare a dare il proprio contributo ad una squadra che da quasi un mese ha dovuto fare a meno dei suoi servizi. Esce per falli, per mancanza di ossigeno.

Bolpin 5,5 – Meno di 8 minuti sul terreno, 2 punti e poco altro. Non è riuscito ad incidere come ci si aspetta da lui.

Landi 5 – 0 punti, 19 minuti, molte ombre e poche luci nella partita dell’ala forte titolare di Sandrokan. Un passo indietro deciso rispetto alle ultime uscite. Anonimo.

Dilas 5 – In un minuto e mezzo, di solito, non si riesce a racimolare molti elementi che giustifichino un giudizio. Samuel però vi riesce sbagliando una schiacciata, uno-contro-zero, che avrebbe significato molto per i suoi. Che subito dopo, tra l’altro, sprofondano a -13 nei primi 20 minuti.

Rodriguez 7,5 – In contumacia Roderick, è lui insieme a Rush nei primi 20 minuti a tenere a galla i suoi con 13 punti. Ed è sempre lui, nei minuti finali della gara, a riportare l’Unieuro davanti con un gioco da 3 punti. Partita inaspettatamente solidissima: i punti alla fine saranno 16 in meno di 28 minuti.

Bruttini 7 – Non una delle sue migliori uscite, ma la giocata che chiude ogni discorso porta, come spesso accade, la sua firma. È un rimbalzo dei 6 catturati che vale tanto oro quanto pesa e che consente a Roderick di trovare il fondo della retina da dietro l’arco. Per Davide anche 10 punti in meno di 30 minuti.

Roderick 7 – Il voto rappresenta la media pesata della partita del nativo di Filadelfia, che gioca 31 minuti e 3 secondi, 30 di valutazione, realizzando 23 punti (19 nel secondo tempo, addirittura 17 punti negli ultimi 10′) e raccogliendo 9 carambole. Un quarto periodo da incorniciare dove trascina i suoi alla vittoria. Peccato che la gara fosse cominciata molto prima e lui sia stato colpevolmente assente fino all’ultimo quarto.

All. Dell’Agnello 6,5 – Preparare una partita in un solo allenamento non è cosa facile, soprattutto se l’avversario è di livello, come quello di oggi. La sua zona, nel secondo tempo, mette sassolini negli ingranaggi offensivi dei padroni di casa e lo fa tornare dalla città dei Diamanti con due punti che luccicano come non mai.

LA PARTITA

GLI SPOGLIATOI