Ti sarà inviata una password tramite email.

In una gara senza domani, Rodriguez fa il Roderick e Forlì, anche grazie ad un ottimo Radic e ad una buona difesa, impatta la serie sull’1-1. Serie che si sposta ora a Roma per una gara 3 fondamentale.  

Giachetti 6,5. Il capitano gioca 29’14″, realizza 6 punti, ha un plus-minus di 24 e riempie i 28 metri di  quell’esperienza e di quel carisma che questa sera servivano ai compagni per scacciare i fantasmi di gara 1.

Campori 6. 15’, 3 rimbalzi, nessun canestro punti ma tanta difesa. Soprattutto nel momento topico della gara in cui la squadra, priva di Roderick, costruisce il parziale decisivo.

Natali 6. 12’40”, 3 punti e un rimbalzo: Questi numeri non giustificherebbero la sufficienza, ma Nicola parte in quintetto, ci mette la faccia, porterà i segni di un contatto con un avversario per tutta la gara e quindi il voto positivo non è politico. Rappresenta uno stimolo per fare meglio.

Radic 7,5. 25’ sul campo, in quella che per lui potrebbe essere considerata una giornata in ufficio, chiude in doppia doppia racimolando 19 punti, 10 rimbalzi e subendo anche 4 falli. Fondamentale come ancora di salvezza per la squadra nella prima parte del primo tempo.

Bolpin 6,5. Quasi 27’, 10 punti, tanta pressione difensiva e 5 falli subiti .

Landi 6,5. Il potentino gioca 30’, non la sua miglior partita in attacco dove racimola 5 punti. Però si danna l’anima sotto le plance dove raccoglie 9 carambole.

Rodriguez 8. L’ex Stella Azzurra è in una di quelle serate dove gli va praticamente dentro tutto. In un primo tempo da incorniciare, sta in campo 16’ abbondanti e realizza 24 punti frutto di un 10/15 dal campo. Raccoglie anche 4 rimbalzi e subisce 8 falli, in una partita che chiuderà con 35 punti e 24 di valutazione complessiva.

Bruttini 6. L’arrivo di Radic lo sgrava da fatiche titaniche. Gioca 17′, realizzando 3 punti, subendo 4 falli e raccogliendo 3 rimbalzi. Rimane una certezza ma si può tranquillamente amministrare.

Roderick 6. Terrence non ha iniziato per colpe non sue questa gara 2. Quando stava per farlo, si è visto affibbiare due falli alquanto dubbi. Per fortuna sua e dei suoi compagni, non serviva il suo contributo per portare a casa il risultato. Nel terzo quarto in cui rientra in campo, sporca il tabellino con 4 punti nei 6′ mal contati di impiego. Pare svogliato e non connesso, infatti raddoppia in poco tempo il numero di penalità personali. In gara 3 e 4 servirà anche il suo apporto. Il giudizio positivo deve servirgli da stimolo.

All. Dell’Agnello 6. Doveva prolungare la serie e cancellare la sconfitta bruciante di 48 ore prima: missione compiuta. Ora è chiamato quantomeno ad assicurarsi una gara 5 tra le mura amiche. La squadra vista questa sera ha tutte le potenzialità per riuscirvi.