Ti sarà inviata una password tramite email.

La Pallacanestro 2.015 Forlì centra la seconda vittoria in campionato su altrettante uscite e supera una combattiva Ristopro Fabriano per 93-81, dopo aver largamente controllato la gara che gli uomini di Pansa sono stati bravi a riaprire a 6’ dal termine.

Giachetti 8. 25’ e spicci in cui il capitano mette ordine soprattutto in un caotico secondo tempo che, sulla falsariga del finale della prima frazione, vede gli ospiti candidarsi seriamente a rovinare la festa dei romagnoli tornati davanti al loro pubblico. Il #5 riporta i suoi ad un rassicurante +14 realizzando 5 punti in fila, respingendo gli assalti di Davis e soci tornati in quel momento sul -6. 12 alla fine i punti di Jacopo, che condisce il tutto con 8 assist, a fronte di 3 palle perse e un recupero. Per lui 16 di valutazione e 17 di plus-minus. 

Natali 6,5. Il sindaco gioca meno di 20’ pesantemente condizionato dai falli (3 nel primo tempo di cui 2 nel primo quarto). Realizza 9 punti raccogliendo anche 5 carambole. Non una gara indimenticabile, ma Nicola anche oggi ha portato il suo mattoncino per la causa.

Palumbo 5. Come a Chieti l’avvio è ben augurante, poi però il prodotto del vivaio Stella Azzurra si perde e questa volta non ha nemmeno la scusante dei falli personali. Passa molto tempo in panchina – giocherà solo 17’25” – e quando ad inizio secondo tempo è chiamato ad un sussulto di orgoglio, non risponde come ci si aspetterebbe da lui. Si risiede e guarda spiegare basket un ispiratissimo Jacopo Giachetti. Chiuderà la partita con 4 punti realizzati, 2 palle perse, un recupero e 2 assist. 

Bolpin 5. Non riesce a replicare la prestazione molto buona fornita in Abruzzo. Gioca 12’36”, anche a causa del problema falli (4), ha le polveri bagnate in attacco (chiuderà con soli 2 punti), soffre terribilmente in difesa ed il suo -4 di valutazione lo testimonia. Per lui anche 2 perse.

Hayes 8. Il più continuo dei suoi senza alcun dubbio. Dimostra di sapere chiaramente leggere i momenti della gara e di saper coinvolgere i compagni. 29’ e spicci in campo per 26 punti, molti dei quali fondamentali per la vittoria dei padroni di casa. Per lui anche 3 assist, una persa e un recupero. 

Benvenuti 6. Anche oggi Lorenzo è parso in difficoltà. Il #25 biancorosso gioca 20’, realizza 6 punti, regala 3 assist ai compagni ma soffre terribilmente in difesa e a rimbalzo, soprattutto Baldassarre. La sua crescita per il prosieguo del campionato sarà fondamentale.

Flan sv. 47” che Franco ricorderà con piacere. Nel ritorno nella sua Forlì sporca il tabellino con 2 liberi e trova anche il tempo di sbagliare un tiro dal campo. 

Carroll 7,5. Tacciato di non essere particolarmente adatto a sporcarsi le mani nella metà campo difensiva, l’ex Biella risponde alle critiche sfoderando una prestazione maiuscola al cospetto del più pericoloso degli avversari. E’ vero che Davis chiude la partita con 28 punti ma l’americano di Forlì è quello dei suoi che gli complica maggiormente le cose. Se poi si aggiunge a quanto detto sin’ora che nel primo quarto Jeffrey manda a referto anche 8 pesantissimi punti (chiuderà con 11 in poco più di 33’), il risultato dell’equazione non può che essere corretto. Fondamentale a rimbalzo (8) e nei recuperi (4).

Bruttini 7,5. Il totem senese di coach Dell’Agnello si consuma i gomiti e le ginocchia sul parquet di casa per portare i suoi alla vittoria. 4 recuperi, 4 rimbalzi e 10 punti: autentico gladiatore sul parquet. 

Pullazi 6,5. Rei soffre, suda e alla fine esulta. 11 punti in 21′ abbondanti, percorso netto ai liberi, 7 rimbalzi, 2 assist e 2 palle perse. Questo il suo fatturato odierno.

All. Dell’Agnello 6,5. La partita, almeno inizialmente, non sembrava difficile da portare a casa, ma col passare dei minuti i fantasmi di una sconfitta inaspettata si sono materializzati sempre di più. Lui però non si è perso d’animo e ha letto lo spartito della gara nella maniera migliore possibile .