Ti sarà inviata una password tramite email.

Sulla strada di casa, la Pallacanestro 2.015 Forlì fa il suo dovere e trova senza patemi 2 punti che le restituiscono il primato solitario nel girone Rosso contro una Stella Azzurra Roma tutt’altro che arrendevole. Ma il gap tecnico fra le due compagini è troppo elevato per consentire ai ragazzi di Coach D’Arcangeli di impensierire la capolista.

Rush 7. Continua a litigare col ferro dalla linea della carità, ma è sulla via del recupero completo. Oggi 18 punti, 5 rimbalzi, un recupero e 2 assist per un 24 di valutazione complessivo. Tutto questo in meno di 27’. Prezioso come sempre.

Giachetti 5,5. Il capitano non replica la partita scintillante giocata al PalaBarbuto, ma oggi non serviva. Per lui, in meno di 21’, 2 punti, 2 assist e 2 palle perse con 2 falli subiti. Una gara di gestione in cui riprendere fiato.

Campori 5,5. 13’32” in cui il forlimpopolese non sporca il tabellino. Cattura 3 carambole e subisce 2 falli, si prende anche un rimbrotto dal proprio allenatore prima di tornare in panchina.

Natali 5,5. Non una partita da ricordare per l’ala toscana, che comunque in 21’30” manda a bersaglio 4 punti, raccoglie 3 rimbalzi e regala 3 assist ai compagni. Da lui ci si aspetta prestazioni differenti da quella di oggi che è ben racchiusa nel -15 di plus-minus che il numero 8 porta a casa.

Bolpin 5,5. 4 punti, un rimbalzo e poco altro. Per il giudizio, ‘copia e incolla’ di quello del Sindaco. Ci mette comunque della grinta nella metà campo difensiva.

Landi 7,5. In 25’ abbondanti, Aristide racimola 23 punti frutto del 7/9 da 3 e del 2/2 ai liberi, raccogliendo anche 6 rimbalzi. Queste cifre gli fruttano un incoraggiante 23 di valutazione complessiva. Unico neo della sua partita, la reticenza che dimostra nel giocare in avvicinamento a canestro, fase del gioco dove incamera uno 0/2. Ma finché raccoglie questi numeri dalla lunga…

Dilas 6. Samuel è chiamato a sostituire Bruttini, che lo guarda dalla panchina, e ‘scatta’ in quintetto. Gioca 14’, realizza 4 punti e subisce un fallo. Non una partita da incorniciare, ma nel complesso sufficiente: un passo avanti. Parte bene contro Marcius.

Ndour sv. Una comparsata sui 28 metri lunga 2’06”.

Rodriguez 6,5. L’ex di giornata parte nello starting five, gioca 23’16″ e realizza 13 punti (9 nel primo tempo) contro la sua ex squadra, sparando anche qualche tripla importante. Questo il suo fatturato odierno, ben riassunto da un 16 di valutazione che fa ben sperare.

Roderick 7,5. In ripresa dopo l’assenza ingiustificata dalla partita dell’anno, il #34 in meno di 30’ realizza 18 punti, consegna 10 assist, raccoglie 9 rimbalzi e subisce 6 falli per un roboante 31 di valutazione. Con lui in campo, la squadra ha ben altro ritmo e pericolosità nella metà campo offensiva, anche perché nessuno ‘stellato’ è in grado di contenerlo.

All. Dell’Agnello 6. L’avversario non rappresenta un ostacolo insormontabile per i suoi, che sembrano giocare con i giovani capitolini come il gatto col topo. Ma, a volte, fare rispettare i favori del pronostico ad una squadra – soprattutto dopo una sconfitta dolorosissima – può nascondere insidie e risultare più difficile del previsto.