Ti sarà inviata una password tramite email.

Nel big match della terza giornata del girone Bianco, la Pallacanestro 2.015 Forlì supera la Reale Mutua Torino dopo una partita equilibrata e bellissima, tra due compagini che con tutta probabilità si ritroveranno anche quando conterà ancora di più. La porta a casa con grande merito l’Unieuro, che la spunta in un’ultima frazione di altissimo livello.

Rush 7. Continua il recupero di un giocatore importantissimo per i biancorossi, parso per l’occasione molto vicino a quello che per larghi tratti della stagione ha deliziato i tifosi forlivesi. Per lui 30’28” in campo, 14 punti e un preziosissimo 2/2 ai liberi nel finale. L’ala ha raccolto anche 2 rimbalzi e fornito 3 assist ai compagni

Giachetti 7. 2 punti, 25’25” in campo, 5 rimbalzi, un recupero e 3 assist. Il capitano non ha un tabellino esaltante, ma alcune sue giocate nel finale e in piena rimonta sono state fondamentali per la vittoria dei suoi.

Campori sv. Chiamato a limitare Cappelletti, nel primo tempo cerca di farlo senza troppo successo, per la verità. Nei 3’59” in cui non guarda gli altri giocare, non lascia segni indelebili sulla partita.

Natali 6,5. Nicola parte benissimo e realizza 6 punti quando ancora la partita è appena nata, poi viene assorbito dai propri compiti difensivi nel tentativo di arginare i lunghi piemontesi, quindi sparisce nella metà campo offensiva. Gioca 25’34”, realizza 8 punti e raccoglie un rimbalzo. Sacrificio ripagato alla grande.

Bolpin 6. La sua Inter vince lo Scudetto senza giocare e lui completa una giornata bellissima vincendo con la sua squadra una partita fondamentale. Gioca 20’, parte in quintetto, regala 3 cioccolatini ai compagni e realizza 3 punti importantissimi per riportare i suoi a -2 nel secondo tempo.

Landi 8. Partita a tutto tondo contro avversari difficilissimi. Il potentino non si spaventa e tira fuori dal cilindro una gara degna di palcoscenici superiori: 25 punti in 30’, frutto del 5/5 da 2, 4/6 da 3 e 3/3 ai liberi, a cui aggiunge 5 rimbalzi e un assist per un roboante 30 di valutazione complessiva. Fondamentale a fine terzo periodo, quando infila 11 punti consecutivi (con tre triple) che tengono a galla i suoi. Immarcabile.

Rodriguez 6. La sua stagione fatta di alti e bassi è ormai una certezza. Dopo la prestazione da ricordare con Tortona, al cospetto di Cappelletti e Clark soffre, ma la sua crescita è testimoniata dal fatto che non demorde. Gioca 15’35” realizzando 5 punti, subendo 3 falli, raccogliendo un rimbalzo e regalando un assist (peraltro bellissimo) ai compagni nel secondo tempo.

Bruttini 7,5. Torna sul campo che lo ha visto protagonista di una promozione e lo fa alla grande. 24’10” di un mix incredibile di esperienza e talento che fruttano ai suoi una vittoria importantissima. 14 punti e 4 rimbalzi sono nulla se paragonati all’ultimo recupero fondamentale che lui e Giachetti confezionano (e Davide manda poi a segno sul ribaltamento) e che regala i due punti alla sua squadra.

Roderick 7,5. Dell’Agnello gli risparmia il quintetto base e con il senno di poi fa bene, perché in questo modo l’americano è più fresco e sintonizzato sulla gara nel finale. Gioca 24’35”, realizza 18 punti, raccoglie 5 rimbalzi, recupera 3 palloni, subisce 8 falli e smazza 4 assist, alcuni di pregevolissima fattura, 26 di valutazione complessiva. La seconda risposta consecutiva a chi lo criticava per il rendimento nelle partite importanti.

All. Dell’Agnello 8. L’avversario era difficilissimo, debordante dal punto di vista fisico. La sua squadra vince la partita limitando le palle perse (solo 6) e contrapponendo allo strapotere a rimbalzo dei padroni di casa una difesa di squadra di primissimo ordine. La panchina forlivese alterna zone e uomo in maniera vorticosa e i gialloblu si fermano offensivamente nel quarto conclusivo. ‘Incartata’ alla perfezione.