Ti sarà inviata una password tramite email.

La Pallacanestro 2.015 ritrova la strada per i due punti. Al termine di un derby complesso, in grande equilibrio, in cui si percepiva la tensione per la voglia di tornare al successo, i biancorossi hanno avuto la meglio di una Cento con la scorza dura nonostante l’assenza di Zilli sotto canestro. Finisce 74-72 in favore dell’Unieuro, che, in una serata in cui il feeling con la retina è andato a sbalzi, è riuscita a far la differenza negli ultimi minuti di partita, abbassando la serranda in difesa e colpendo da dietro l’arco con Natali e Hayes (3/8 nell’ultima frazione). Una vittoria tanto sofferta quanto indispensabile per imboccare il cammino giusto, dopo un avvio di stagione in salita. Inoltre, Forlì che ha di fatto giocato senza un americano, con Carroll che ha disputato 8′ nel primo tempo per poi restare in spogliatoio nell’intervallo con 38,5° di febbre.

Biancorossi alla palla a due con Natali in quintetto base al posto di Pullazi. Pronti, via e subito polveri bagnate per l’Unieuro (Hayes 1/4 dal campo nei primi possessi), con Cento che, pur senza brillare, si porta sul +6 (4-10). Per i biancorossi di casa solo due canestri dal campo in 6’. Gli ingressi in campo di Pullazi e Bolpin portano una ventata d’aria fresca, con i due a dare la scossa, a portare energia e ad impattare sul 10-10. La Tramec si costruisce buoni tiri dall’arco e allunga di nuovo (12-16), quindi, a cavallo tra prima e seconda frazione, un break di 9-0 regala ai padroni di casa il primo vantaggio della partita (18-16, poi 21-16). Gara che perde di lucentezza nel secondo periodo, con la Tramec che rimette la freccia nel cuore (26-27, 15’10”) ‘supportato’ dal balbettante feeling offensivo dei padroni di casa. Palumbo dalla lunetta prova a metterci una pezza (32-30), ma gli uomini di Mecacci sanno costruirsi comodi tiri dall’arco e con Ranuzzi (3/3 all’intervallo) e Barnes (2/4) prendono ancora una volta l’abbrivio. La bomba dell’ex FulgorLibertas a fil di sirena, su una difesa forlivese a dir poco rivedibile, segna il parziale +4 (36-40).

Al rientro dagli spogliatoi gli ospiti tengono la testa avanti (36-42 con Moreno, 41-46 con Dellosto), prima che salga in cattedra Giachetti. Parziale di 7-0 interamente costruito dal capitano forlivese, Benvenuti rifinisce e il 9-0 è servito, con Forlì che si porta sul +4 (50-46) ritrovando il vantaggio dopo il 34-33 della seconda frazione. Una ‘risalita’ costruita con una difesa che finalmente sale di intensità, con accenni di zona che funzionano nel verso giusto. Il momento pare propizio per provare a ‘infilare’ la fuga, ma un tiro forzato, una palla persa (saranno 5 nel solo terzo quarto) e Cento mette di nuovo la freccia: 50-51 a 29’20”. Giachetti dà ancora la spinta ai suoi in avvio di ultima frazione (56-53), però deve fare i conti la sentenza Ranuzzi dall’arco (56-56). L’equilibrio regna sovrano, nessuna delle due squadre riesce a portare dalla propria parte l’inerzia, così è Natali a segnare la tripla che, col senno di poi, spacca il derby (63-59). Perché James prova a tenere alta la bandiera centese (65-63), ma sono ancora due bombe, quelle di Natali e Hayes, a seguire il tiro in sospensione di Benvenuti, a far urlare di gioia l’Unieuro Arena. Parziale di 8-0 e a 1’21” dalla sirena finale i biancorossi conducono sono a +10 (73-63), massimo vantaggio del match. L’ultimo minuto, a risultato in ghiacciaia, poteva probabilmente essere gestito meglio, con la Tramec in grado di riportarsi a -2 a 2” dalla fine cercando di ‘forzare’ la rimessa conclusiva forlivese. Ma il bottino più prezioso, i 2 punti, sono affare romagnolo.

Unieuro Forlì – Tramec Cento 74-72
(18-16, 36-40, 52-51)

FORLÌ: Giachetti 18 (5/6, 2/6), Natali 10 (2/4, 2/2), Palumbo 13 (2/5, 1/2), Bolpin 11 (4/8, 1/6), Hayes 9 (2/5, 1/2), Bandini ne, Ndour ne, Benvenuti 4 (2/3), Serra ne, Carroll (0/2 da 3), Bruttini 2 (1/4), Pullazi 7 (3/7, 0/3). All. Dell’Agnello.
Tiri da 2: 21/42 (50%) – Tiri da 3: 7/23 (30%) – Tiri liberi: 11/12 (92%) – Rimbalzi: 37, offensivi 12 (Palumbo 9) – Assist 12 – Perse: 13 – Recuperi 7

CENTO: Zilli ne, James 20 (5/13, 0/5), Tomassini 4 (1/4, 0/3), Barnes 16 (3/3, 3/5), Dellosto 2 (1/2, 0/1), Ranuzzi 14 (1/2, 4/5), Re ne, Berti 5 (1/3, 0/1), Moreno 11 (4/5, 1/3), Gasparin (0/1, 0/3), Guastamacchia. All. Mecacci.
Tiri da 2: 21/33 (64%) – Tiri da 3: 8/26 (31%) – Tiri liberi: 6/8 (75%) – Rimbalzi: 32, offensivi 7 (Berti 7) – Assist 12 – Perse: 16 – Recuperi 10

Foto Luigi Fabbri