Ti sarà inviata una password tramite email.

Forlì sorride anche in viaggio. Dopo aver ritrovato la vittoria sette giorni prima, la Pallacanestro 2.015 concede il bis sul campo di San Severo, messa definitivamente a sedere soltanto nell’ultima frazione di gioco grazie a un Kenny Hayes in serata di grazia. Finisce così 71-58 in favore degli uomini di Dell’Agnello, che hanno aggiustato le cose nella metà campo difensiva dal terzo periodo (16 punti concessi agli avversari negli ultimi 17′, dopo il break che aveva portato avanti i padroni di casa, lasciando loro appena due canestri dal campo in più di 10′), messo la museruola a Sabin (18 al 20′, poi solo 5 punti) e ‘sgasato’. Assoluto mattatore dei forlivesi, come detto, il nativo di Detroit. Chiamato a una prova di reazione dopo tre uscite un po’ in ombra, Kenny ha chiuso a quota 28 punti – unico dei suoi in doppia cifra – e catalizzato gran parte della manovra offensiva biancorossa. Del resto, prova ne sono i soli 5 assist di squadra distribuiti (a fronte delle 20 perse: decisamente troppe).

Pullazi ‘ritrova’ il quintetto base ai danni di Natali, mentre Bolpin prende il posto di Carroll, in grado di garantire un minutaggio limitato. Forlì si presenta in Puglia con la faccia giusta, andando con continuità spalle a canestro – Palumbo un rebus per gli avversari nei minuti iniziali – e partendo bene (1-6). San Severo è tutta in Sabin (6-6), mentre i biancorossi trovano punti da tutti e con Hayes e Bolpin allungano sul +6 (6-12 a 4’30”). Botta e risposta che si protrae poi per tutto il primo quarto, in cui l’Unieuro continua ad insistere nel pitturato trovando fortuna (7/12 da 2 dopo 10’) e mantenendo sempre il vantaggio. Ad inizio seconda frazione, tocca così al ‘solito’ Sabin caricarsi sulle spalle i suoi: tre canestri di fila, con tanto di due triple, e San Severo impatta (20-20, 12’35”). Quando Bechi lo fa rifiatare, ecco che cala drasticamente la pericolosità offensiva giallonera (DeShields è un diesel) e la PF mette di nuovo la freccia con un Hayes sugli scudi (15 all’intervallo): 24-29 a 15’20”, quindi nuovo +6 sul 29-35. Nell’ultimo minuto e mezzo prima della pausa lunga, però, pasticci forlivesi assortiti (due falli ravvicinati per Bruttini, piuttosto giù di tono) e un Sabin di nuovo tornato protagonista (18 con 6/10 dal campo in 12’) riportano a contatto l’Allianz Pazienza (33-35).

Al rientro dagli spogliatoi, Forlì non c’è. San Severo mette sul parquet il doppio dell’energia rispetto ai biancorossi, trova il primo vantaggio della partita con Moretti dalla lunetta e strappa con un break di 9-0 che vale il +7 (42-35). Per l’Unieuro, ‘scollata’, il momento è complicato, ma la tripla forzata di Carroll allo scadere dei 24” propizia un parziale che prosegue con un gioco da tre punti di Bruttini ed è chiuso da una nuova bomba inventata, questa volta di Giachetti. Morale: Forlì inchioda un reattivo 0-12 per il +5 (42-47) a 26’30”. I padroni di casa restano aggrappati al punteggio dalla lunetta e grazie a un Tortu finalmente coinvolto (50-53 a inizio quarto periodo), ma la solida difesa biancorossa – che porta a ripetuti attacchi sconclusionati degli avversari – e un Hayes caldissimo (9 punti nei primi 15 dell’ultima frazione) costruiscono la decisiva fuga forlivese. Sul 54-57, l’Unieuro sigilla uno 0-9 che vale il primo vantaggio in doppia cifra (54-66), nonostante il quinto fallo comminato a Benvenuti. Serpilli e DeShields tentano il tutto per tutto (58-66, -1’20”), ma è troppo tardi per impensierire la PF.

Allianz Pazienza San Severo – Unieuro Forlì 58-71
(12-18, 33-35, 48-51)

SAN SEVERO: Tortu 13 (3/6, 1/4), Bertini, Serpilli 4 (2/3, 0/4), Sabatino (0/1), Chiapparini ne, Sabin 23 (5/11, 3/6), Piccoli (0/1 da 3), DeShields 9 (3/7, 1/3), Berra, Petrushevski, Moretti 9 (3/9), De Gregori. All. Bechi.
Tiri da 2: 16/37 (43%) – Tiri da 3: 5/20 (25%) – Tiri liberi: 11/16 (69%) – Rimbalzi: 30, offensivi 5 (Moretti 8) – Perse: 15 – Recuperi: 8 – Assist: 10

FORLÌ: Giachetti 6 (1/3, 1/4), Natali (0/1 da 3), Palumbo 8 (4/6, 0/2), Bolpin 5 (1/3, 1/4), Hayes 28 (9/14, 2/5), Bandini ne, Benvenuti 5 (1/1), Carroll 4 (0/2, 1/2), Bruttini 9 (4/6), Pullazi 6 (2/6). All. Dell’Agnello.
Tiri da 2: 22/41 (54%) – Tiri da 3: 5/18 (28%) – Tiri liberi: 12/15 (80%) – Rimbalzi: 41, offensivi 9 (Palumbo, Bruttini 7) – Perse: 20 – Recuperi: 9 – Assist: 5 – Fuori per falli: Benvenuti