Ti sarà inviata una password tramite email.

Il ritorno forlivese in quel di Montecatini Terme, questa volta, non è dei più fortunati. Nel luogo in cui la compagine biancorossa coronò il ritorno in serie A2 oramai cinque anni fa, alla decima partita stagionale la Pallacanestro 2.015 ha infatti perso la sua imbattibilità, finendo sconfitta di misura per mano dei padroni di casa di Pistoia. 79-75 il risultato finale, maturato in un secondo tempo di gara in cui i biancorossi – ancora privi di Nicola Natali – non hanno saputo replicare quanto invece messo in scena nei primi 20′. Rientrata in partita nel terzo periodo, la GTG ha poi definitivamente mollato gli ormeggi nell’ultimo quarto, segnando la bellezza di 31 punti negli ultimi 10′. Più di quelli messi insieme complessivamente nell’intero primo tempo. Mattatori assoluti Tre’shaun Fletcher (13 nel periodo conclusivo) e Carl Wheatle (10), che hanno fatto valere tutta la loro fisicità e intensità che i pariruolo forlivesi, alla lunga, non sono riusciti a pareggiare. Nell’andamento della gara, poi, ha il suo peso anche una terza frazione in cui la mira dell’Unieuro non si è rivelata particolarmente precisa (0/5 di Roderick nei 10′ in campo, tanto per dire).

Alla palla a due Forlì, dopo Latina, conferma ancora Dilas in quintetto al fianco di Landi. La partenza, però, è tutta dalla parte dei padroni di casa, che si fanno valere (Wheatle e Sims in evidenza) e sigillano un break di 7-0 per il primo scossone del match: punteggio sul 12-5 dopo 5’55” di gioco. Dell’Agnello sceglie di parlarci sopra e dal timeout esce una Forlì completante diversa. Più ‘compatta’ difensivamente, a chiudere le linee di passaggio avversarie senza subirne la spasmodica corsa. Così, rientrata con l’appoggio di Bruttini (15-13), accorcia fino al -1 in chiusura di primo quarto (19-18), sfruttando anche svariati mismatch in post basso. È in avvio di seconda frazione, però, che si concretizza il sorpasso. La tripla di Rush, infatti, chiude un parziale di 0-12 in 3’40” che fa volare l’Unieuro sul +8 (19-27). Un parziale costruito su una difesa ancor più accorta e coriacea, dinanzi alla quale Pistoia si imbatte puntualmente ogni volta che tenta una sortita. Allargando ancor di più il tiro, la PF si è rialzata dal -7 iniziale con un break di 7-22 in appena 8’20”. La freschezza di Riisma diventa improvvisamente un punto interrogativo per i biancorossi forlivesi (26-27, 15’30”, con 5 punti dell’estone), Rodriguez e T-Rod spingono indietro la Giorgio Tesi Group (28-32), poi Poletti fallisce l’aggancio con uno 0/2 dalla lunetta e Forlì scappa di nuovo. Cavalcando i due americani (Rush 10 e Roderick 11+9 all’intervallo), gli uomini di Dell’Agnello chiudono il primo tempo con l’ennesimo 0-7 della prima metà che vale un buon +9 (30-39) prima della pausa lunga.

Al cambio campo è subito Pistoia a scaldare la retina e rimettersi in riga (37-39, 22’25”). Come in precedenza, però, dal timeout esce un’Unieuro rinvigorita che torna a muovere palla in attacco, a ringhiare in difesa e costruirsi un altro prezioso tesoretto: 37-44, poi 39-46. Terzo periodo particolarmente intenso, in cui si sente l’importanza della partita e che si protrae punto-a-punto senza grossi sussulti (43-46 al 26’). Forlì prova a ‘macinare’ gioco e tiri, ma commette qualche sbavatura (3/6 dalla lunetta, ma anche qualche ‘semplice’ appoggio e un paio di buone conclusioni rifiutate) e Pistoia resta sui binari fino al -1 di Fletcher (48-49 a fine terza frazione). Ma è in avvio di ultimo quarto che l’inerzia svolta. A 30’57”, infatti, la Giorgio Tesi Group rimette le mani sul match per la prima volta dalla fine del primo quarto, allungando addirittura fino al +7 (58-51, 32’) con un 10-0 in 1’45”. La replica forlivese è veemente e immediata: 0-7 di contro-break, Bruttini confeziona 5 punti e a 33’25” la gara è sulla bilancia (58-58). Fletcher e Rodriguez battono e ribattono (63-62), prima che i biancorossi di casa rompano i giochi: tripla dell’ex Fortitudo, 2+1 di Wheatle, Poletti ai liberi e Pistoia scappa sul +9 (71-62) con 2’10” ancora da giocare. La strada per l’Unieuro si complica, Landi e Roderick non la fanno sbandare e danno un senso al finale di gara (73-69, -1’07”), ma gli arbitri non ravvisano un (evidente) infrazione di 5” sulla rimessa pistoiese e Wheatle spegne definitivamente ogni speranza forlivese mettendo tre possessi di differenza (76-69) con appena 53” ancora da giocare.

Giorgio Tesi Group Pistoia – Unieuro Forlì 79-75
(19-18, 30-39, 48-49)

PISTOIA – Fletcher 22 (4/6, 3/5), Wheatle 20 (4/8, 2/3), Saccaggi 10 (1/3, 2/3), Poletti 10 (4/6, 0/7), Sims 7 (2/8, 1/2), Riismaa 5 (1/2, 1/2), Della Rosa 3 (1/5 da 3), Zucca 2 (1/1, 0/1), Querci ne, Del Chiaro ne. All. Carrea.

Tiri liberi: 15/19 – Rimbalzi: 39, 9 + 30 (Sims 13) – Assist: 17 (Fletcher, Sims 5)

FORLÌ – Roderick 20 (5/12, 2/7), Bruttini 17 (6/12), Rush 15 (3/9, 3/7), Rodriguez 9 (3/5, 1/4), Landi 8 (1/3, 2/6), Giachetti 4 (1/3, 0/1), Bolpin 2 (1/2), Dilas (0/1), Campori, Natali ne, Ndour ne. All. Dell’Agnello.

Tiri liberi: 11/14 – Rimbalzi: 35, 9 + 26 (Roderick 14) – Assist: 11 (Roderick 6)