Ti sarà inviata una password tramite email.

L’ultimo giro di lancette dell’orologio battono una dolce ma soffertissima nota per l’Unieuro che, in un match dai mille volti e tante paure, riesce a battere per un sol punto e sul fil di sirena, la JB Casale Monferrato, a domicilio. Causa anticipo, toccherà però attendere domani, domenica, per sapere l’esatto valore del successo: ovvero con quale posizione Forlì entrerà in griglia play-off (anche se è matematicamente certo che sarà come sesta o settima; niente schiacciasassi Udine al primo turno, insomma). Tornando alla partita in quel di Casale, difficile tracciarne una cronaca lineare ma certo si può dire che, a definire la PF vincente, siano stati: al di là del cesto del +1 di Lucas a 16″ dalla sirena, l’ottima prova di Riccardo Bolpin (top scorer con 19 punti e un fondamentale 3/6 dalla distanza) letteralmente dominante nel momento clou della sfida,  l’accresciuta intensità e attenzione difensiva del secondo tempo, la ritrovata vena dalla lunga e l’oggettivo calo dei locali, nei primi 20′ infuocati dall’arco e galvanizzati dal rientro in campo dopo lungo infortunio dell’esplosivo talento Okeke.

LA CRONACA

È subito “quintettone” per Dell’Agnello, con Bruttini e Benvenuti in contemporanea sulle tavole. L’idea di sorprendere la JB puntando sui centimetri non regge granché, soprattutto perché, Martinoni a parte, il coach dei locali Valentini ha a disposizione, dopo lungo infortunio, il giovanissimo totem  Leonardo Okeke. Forlì si mostra volenterosa ma raccoglie pochissimo, specie con Lucas che prova a farsi perdonare le opacità delle ultime uscite ma infila tanti errori. È, comunque, suo l’unico acuto romagnolo di avvio (5-4, 2’30”). Casale, invece, è in gran confidenza e lo si nota dalla freddezza dalla lunga. L’Unieuro è l’opposto e l’unica carambola oltre 6.75 è, significativamente, di Bruttini (12-9, 4’30”). Doppia tripla (Hill-Mais e Sarto) mettono in seria difficoltà gli ospiti (18-11, 6’40”). L’ingresso di Giachetti e, ancor di più, di Pullazi infondono nuova energia alla manovra biancorossa (18-15, 8’30”) ma è uno sprazzo che Okeke a spazza via prendendo possesso degli spazi in area. Mentre Forlì boccheggia dalla distanza (1/9 al 20′) Casale costruisce senza sosta e sulla sirena, con il giovane Leggio, rifila un’altra rasoiata: 26-15, 10′. Rush? Bolpin? Natali? È lunga la lista dei non pervenuti al 10′. Come nel primo stralcio la volontà c’è ma è lavata via da una difesa scollata e tanta imprecisione davanti. Forlì ricuce a -10 (Rush e Giachetti, miracolosamente dall’arco: 31-21, 13’30”) ma Casale non s’inceppa e torna a macinare punti dalla lunga. La tabellata di Valentini suona beffarda (37-23, 15′). La PF però non demorde, stringe le maglie (bene Rush e Pullazi che trovano le rubate per il -8, 39-31) e resta lì. C’è poco cinismo nei biancorossi che sbagliano canestri facili e Okeke può piazzare la cinquina del massimo vantaggio: +15, 46-31. Tutto pare volgere al peggio. Si va al riposo sul 48-35.

L’avvio di ripresa è poco gradevole e solo Rush, dopo 1’30” di errori, interrompe il digiuno. A ribaltare però, brutalmente, le sorti della partita è Riccardo Bolpin: trasformato dall’intervallo, mette il mantello, segna (7 punti nel periodo) e serve assist. Lentamente Forlì riesce a limare, trovando punti pesantissimi da Benvenuti: 7, tra cui la tripla del -3, 56-53, 26’45”. Proprio il quarto fallo del pivot biancorosso (in attacco, al 38’ sul 59-54) interrompe il buon momento offensivo romagnolo. Mentre Okeke pare aver perso lo smalto e Pendarvis Williams offre poco, sono Formenti e Sarto a ricacciare indietro gli ospiti. Al 30’ è 63-54. Non tutto, ma per la PF c’è tanto da rifare. La strada è comunque segnata e Forlì stringe le maglie. Senza Benvenuti è ancora sotto che l’Unieuro pesca punti, con Bruttini (63-60), seguito da Giachetti che impatta con una tripla in transizione: 63-63, 32’30”. Ora è Forlì a dettare il gioco. Lucas (che smazza assist), finalmente, sigla il sorpasso dalla lunga (67-68, 33′) poi Bolpin la spacca con due bengala da 6.75: 69-74, 35′. Quando anche Pullazi si iscrive al ballo della distanza e il tabellone segna +8 (69-77, 35’50”) pare fatta. Il parziale è di 6-20, tutto sembra in discesa ma come nel III l’uscita di scena di Benvenuti (quinto fallo) incrina il gioco che diventa più pastoso. Hill-Mais apre l’assalto, Valentini la infila di tabella, Formenti scaglia la bomba e ancora Valentini infilza la difesa: contro-break 8-0 e punteggio fermo a 78-77. Con 1′ di gioco Lucas sfodera il suo talento (step back) e ancora vantaggio Forlì: 78-79, 40″ dalla fine. L’azione decisiva vede la PF difendere bene, la JB pasticciare anche se a soli 23″ la palla resta ai locali per tocco a rimbalzo. Ancora la retrovia romagnola fa bene la guardia, Formenti s’incaglia e perde palla. La rimessa Unieuro (a 9″) è terribile e la palla finisce a Sarto che da tre la spegne sul ferro. A 1″ c’è tempo per un time out utile a rimettere in attacco e festeggiare il successo.

Novipiù JB Monferrato – Unieuro Forli 78-79 (26-15, 22-20, 15-19, 15-25)

Novipiù JB Monferrato: Fabio Valentini 14 (4/7, 2/5), Leonardo Okeke 13 (3/4, 1/2), Xavier Hill-mais 11 (2/3, 1/2), Pendarvis Williams 10 (4/14, 0/1), Niccolo Martinoni 9 (3/10, 1/1), Alvise Sarto 8 (1/1, 2/7), Gianmarco Leggio 6 (0/0, 2/3), Matteo Formenti 5 (1/1, 1/1), Matteo Ghirlanda 2 (1/2, 0/0), Alessandro Sirchia 0 (0/0, 0/0), Enrico Feng 0 (0/0, 0/0), Aaron Lomele 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 12 – Rimbalzi: 41 10 + 31 (Leonardo Okeke 10) – Assist: 19 (Pendarvis Williams 5)

Unieuro Forli: Riccardo Bolpin 19 (5/8, 3/6), Kalin Lucas 14 (4/10, 1/4), Lorenzo Benvenuti 13 (5/6, 1/1), Davide Bruttini 9 (2/9, 1/1), Rei Pullazi 9 (2/7, 1/3), Erik Rush 7 (2/5, 1/4), Jacopo Giachetti 6 (0/4, 2/4), Nicola Natali 2 (1/2, 0/1), Paolo Bandini 0 (0/0, 0/0), Mattia Palumbo 0 (0/0, 0/0), Benjamin Ndour 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 9 – Rimbalzi: 28 9 + 19 (Riccardo Bolpin, Lorenzo Benvenuti, Rei Pullazi 5) – Assist: 17 (Kalin Lucas 6)