Ti sarà inviata una password tramite email.

È il grande giorno della Coppa Italia. Proprio in queste ore le squadre di serie A2 scenderanno sul parquet del PalaPinarella dando il ‘la’ alla tre giorni della Final Eight, che assegnerà il secondo trofeo stagionale in una sorta di ‘grande test’ in vista della fase a orologio e quindi dei playoff. Alle ore 15 è il turno della Pallacanestro 2.015, pronta a sfidare Udine in una gara equilibrata e complicata da decifrare.

In casa friulana sono pronti ad incrociare i guantoni con l’Unieuro, consapevoli delle difficoltà della gara. «Affronteremo una squadra con una fortissima e chiara identità difensiva e anche offensiva – afferma Carlo Finetti, assistente di coach Boniciolli –, in grado di mettere in campo più assetti. Sicuramente sarà una sfida bella da giocare, ma al tempo stesso tosta. Ci presenteremo a Cervia con l’ambizione di provare a fare il meglio possibile, consapevoli che si stanno avvicinando i playoff. Con Forlì sarà anche l’occasione per confrontarci con una squadra che ci ha già battuto, per verificare se ci sono stati progressi da parte nostra oppure per capire dove aggiustare il tiro in vista del finale di stagione».

Alle sue parole fanno eco quelle di Dominique Johnson, importante bocca da fuoco udinese che affronta per la prima volta i biancorossi. Nella gara di Supercoppa dello scorso novembre era infatti assente. «Ci attende una gara impegnativa – afferma –, ma mi aspetto che entrambe le squadre giochino al massimo delle loro possibilità. Conosco bene Roderick e Rush, sono due giocatori talentuosi e sono certo che faranno tutto il possibile per aiutare i loro compagni».

Situazione infermeria. Non saranno a disposizione di coach Boniciolli Andrea Amato (ancora impegnato nell’iter riabilitativo post intervento alla schiena, ma prossimo al rientro) e Federico Mussini (la cui stagione è già conclusa a causa della rottura del crociato anteriore del ginocchio destro).